banner header
Log in

Bisogno di tradizione

Fa strano pensare come a volte le tradizioni che pensi un po' assurde di fatto reggano un po' la fede. Da piccola fino ad adolescente ogni anno si faceva con la parrocchia il pellegrinaggio alla madonna di montenero venerata a Livorno, perché è la patrona della Toscana (anche se io di fatto questa cosa della patrona l'ho scoperta solo da pochi anni!!!); per me era solo un pomeriggio di svago, di amicizia e di poter fare un po' di simpatica baldoria con gli altri...del resto c'erano le nonnine che pensavano a pregare, ad accendere le candele, a confessarsi e a chiedere grazie. E anche se avevi qualcosa da chiedere era sempre una preghiera veloce e interessanta....un po' come andare ad un distributore: non sapevi se venivi proprio esaudita ma la facevi perché ti veniva detto di farlo e chi te lo diceva era la nonna, persona decisamente autorevole in questo campo!!!

Tutto questo, anno dopo anno, pellegrinaggio dopo pellegrinaggio forse non ha fatto maturare la mia fede, anche se ha contribuito a far aumentare gli indici di rabbia degli animatori insieme a quelli della sopportazione delle nonnine, perché potevi veramente diventare insopportabile (in fin dei conti del pellegrinaggio a me interessava il giusto, lo scopo era stare con gli amici e divertirsi), ma ha messo dei mattoni dentro di me, ha permesso di creare uno spazio 'strano' che il Signore ha sfruttato per costruire una dimora per la sua presenza. È lo spazio della tradizione che spesso scartiamo o giudichiamo o pensiamo inutile; la tradizione della "fede della nonna" fatta appunto di cose da dire, da fare o da non dire e non fare, che forse non mi parlano tanto di un Dio incarnato, di un Dio in un certo senso vero, ma mi fanno però toccare un fede vera, genuina, non fatta di razionalità, di indagini mentali, di scoperte eccezionali, di esperienze clamorose, ma fatta di semplice fede. Ci credo cioè perché mi hanno detto che è vero, che per me è un bene, che con Dio la mia vita diventa più solida e più bella.

Allora benvengano questi pellegrinaggi, questi rosari detti in un soffio di vento (tanto Maria ha sempre l'orecchio e il cuore aperto), le messe con il sottofondo della ricetta migliore per il sugo o per il coniglio arrosto, queste candele accese a profusione, queste richieste precise di bene per i mariti, per i figli, per la vicina di casa, per la donnina che si è ammalata di tumore a 90 anni (troppo giovane!!), per quella giovane sposa che ha perso il marito e chissà come farà a tirare su bene i due figli. Richieste precise e semplici, ma concrete che ti parlano di un cuore attento e di un bisogno necessario di qualcun'altro che pensi alla tua vita e risolva quello che tu non puoi.

E allora ogni tanto anche la messa con NOI CANTEREMO GLORIA A TE cantato a squarciagola sia Natale, Quaresima o Pasqua non importa, fa sempre bene perché ti riporta ad un essenziale della nostra fede che ci insegnano proprio le nonne: di Dio ti devi fidare (e soprattutto ti puoi fidare) punto e basta! Ecco, fidati punto e basta perché per te è un bene e soprattutto ti andrà sempre bene perché non sarai mai solo o sola.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilVenerdì, 23 Maggio 2014 09:51
Sr. Fabiana Benedettini

Suora francescana innamorata del Signore oltrechè della gente. Mi piace ascoltare (e osservare.....a volte siamo un po' come i puzzle che dobbiamo trovare i nostri incastri per trovare un senso e una bellezza) le persone, ma soprattutto mi piace voler bene alle persone e per questo ogni tanto il cuore mi fa male. Ho studiato lingue e letterature straniere e poi scienze religiose. Mi piace fare lavoretti utilizzando le mani...legno, cuoio, etc. mi piace anche leggere romanzi polizieschi, vedere i film di azione, cantare a squarciagola 

Desiderio grande1: andare in Terra Santa, negli Stati Uniti e in Australia (chi mi accompagna)??

Desiderio grande2: prendermi un mese per poter andare a trovare un po' di persone

Desiderio grande3 ma forse è il primo: lasciare il segno in questa vita...




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?