banner header
Log in

Chiesa e giovani - 33

Come vorresti la Chiesa? Come la sogneresti?"

36) Wow... domanda difficile... io credo che la chiesa non debba essere diversa da com'è... ma per attirare (passami il termine) i giovani c'è bisogno di gente giovane che "parla" con i gesti e che da l'esempio e che non giudichi. Penso sia per questo che tutti adorano papa Francesco... perché è semplice e arriva a tutti con il suo modo di fare. Scusami se non mi sono spiegata bene... l'argomento non è certo tra i più facili!

Gesti ed esempi senza sentenze. È uno slogan che riassume questo suggerimento che ci viene offerto questa settimana. Entrare nel concreto della vita delle persone, con semplicità non con discorsi, con grandi paroloni ma magari offrendo del tempo per ascoltare, un semplice abbraccio per ricaricare, un sorriso per rassicurare!

Il nostro esempio, in chi ci vede, che suggerisce? Troppo spesso si rischia di smentire ciò che si dice a parole, con esempi e modi di fare presuntuosi, egoistici; quanto invece c’è bisogno di offrire fiducia, motivazione, gioia, tra i nostri cristiani, tra i giovani in primis. Non è necessario “stravolgere” la Chiesa di cui siamo parte, ma come suggerisce questo intervento, renderla più “concreta visibilmente” nella sua forma di annunciare il Vangelo! Andando verso gli altri, preoccupandosi degli ultimi, dei “fuori schema”, di coloro a cui non pensa nessuno…

Quanto è costato e costa alla Chiesa “alta” essere distante, occupare gradini di perfezione, sentirsi rappresentante della perfezione? Ecco… Vedrei bene preti (e perché no?) e vescovi che passano il loro tempo anche in qualche bar, in qualche piazza, al mercato del paese (magari a farsi la spesa!), in un campo sportivo: segnali molto umani, ma anche divini, di presenze riconosciute come “stellari” che diventano invece “alla portata di mano”. Poi… che ci costa essere semplici e vicini alle persone?

È una partita di carte; sono quattro calci ad un pallone; è una visita ad un posto poco conosciuto, in compagnia? Ben vengano esperienze dalle quali e nelle quali possono nascere sempre occasioni di condivisione di Vangelo, fatto non solo di messe e preghiere, ma di quotidianità, in ogni azione della vita!

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilGiovedì, 09 Ottobre 2014 00:04
Don Federico Fabris

Sacerdote dal 2007, insegnante di religione nelle scuole medie di Padova.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?