banner header
Log in

Chiesa e giovani - 41

Come vorresti la Chiesa? Come la sogneresti?"

Riprendendo parte dell’ultimo intervento, la persona che mi aveva inviato alcune riflessioni molto precise e dettagliate, chiudeva l’intervento con questa “lettera di un nonno ai nipoti”.

Già essa stessa si spiega, quasi come una “consegna” di vita e di fede, per loro. Preferisco non aggiungere parole, a tale profondità e ricchezza, se non l’invito a stamparla ciascuno nel proprio cuore! La carta d’identità dell’esistenza qui, in questo scritto, è contenuta anche troppo bene!

44) La lettera di un nonno ai nipoti. Cari nipoti vi scrivo questa lettera per raccontarvi le cose importanti che ho imparato nella mia lunga vita. Ognuno di voi è un meraviglioso dono di Dio, un dono per la vostra famiglia e per tutto il mondo. Ricordatelo sempre, soprattutto quando i venti freddi portati dal dubbio e dai momenti tristi arriveranno nella vostra vita. Non abbiate paura (Woityla docet) di niente e di nessuno. Inseguite i vostri sogni, non fatevi scoraggiare dalle difficoltà o da quello che può pensare la gente. Troppe persone non fanno quello che vogliono e poi passano la vita a giudicare quello che fanno gli altri. Evitate quei pessimisti acidi che vivono di “se” e di “ma”. Non fatevi condizionare.
La cosa peggiore nella vita è guardare indietro e dire: “Avrei dovuto… Avrei potuto”. Prendetevi dei rischi, fate degli errori. Tutti gli esseri umani sono uguali. Alcune persone possono indossare cappelli stravaganti o avere grandi titoli o avere (temporaneamente) un grande potere e per questo credono di essere superiori. Non credeteci. Hanno i vostri stessi dubbi, le stesse paure e le stesse speranze, mangiano, bevono, dormono e russano come tutti gli altri. Fate un elenco di tutto ciò che volete fare nella vita: viaggi in luoghi lontani, imparare un mestiere o una lingua, incontrare qualcuno di speciale. Fate alcune di queste cose ogni anno. Non dite mai “Lo farò domani”. Non c’è un giorno “giusto” per iniziare qualcosa. Ora è il momento giusto. Siate altruisti, andate nel mondo ad aiutare le persone e soprattutto i più deboli, i paurosi e i bambini. Ognuno porta dentro di sé un grande dolore e ognuno ha bisogno di compassione. Non unitevi mai all’esercito o a qualunque organizzazione che tenti di uccidervi. La guerra è un male. Tutte le guerre sono iniziate con vecchi uomini che costringevano i giovani ad odiarsi e ad uccidersi tra loro. Leggete libri, il maggior numero che potete. Sono una meravigliosa fonte di saggezza, gioia e ispirazione.
Siate sinceri, soprattutto con voi stessi. Viaggiate sempre, ma non durante la giovinezza. Non aspettate dia vere abbastanza soldi o fino a quando tutto sarà organizzato perfettamente. Questo non succederà mai. Scegliete la professione che amate. Un posto di lavoro deve essere una gioia, non lavorate solo per il denaro, la vostra anima verrà paralizzata. Non urlate, non serve, mai, fa male a voi stessi e agli altri. Ogni volta che ho urlato ho fallito. Mantenete sempre le promesse che fate ai bambini. Non dite “vedremo” quando si intende “no”. I bambini vogliono la verità. Dite loro la verità con amore e gentilezza. Non dite a nessuno che lo amate se non è vero. Vivete in armonia con la natura: state all’aria aperta, nei boschi, in montagna, al mare, nel deserto. E’ importante per l’anima. Abbracciate le persone che amate. Dite loro quanto sono importanti per voi ora, non aspettate che sia troppo tardi. Siate grati ogni giorno al Signore per quello che avete.
Nonno James.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilVenerdì, 12 Dicembre 2014 22:59
Don Federico Fabris

Sacerdote dal 2007, insegnante di religione nelle scuole medie di Padova.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?