banner header
Log in

Cosa stai guardando?

L’immagine di te o te stesso?

Come vivi, come vivi tu che cammini trascinando la tua croce sopra le tue spalle?

Forse non lo sai, forse ti chiedi se esiste Dio, forse, forse ti sei perso nei tuoi tormenti, forse hai chiamato il tuo dolore e non la tua guarigione!

E adesso ti vedo piegato davanti alla porta di casa, come se non avessi più parole, come se ad un tratto non ci fossero stimoli in te…

Ma cosa stai guardando?

Le tue lacrime e basta! Non senti ragione se ti vengono dati consigli, non senti più quella carezza di una gioventù, non senti più quella pace che un tempo ti faceva commuovere perché sei andato a sbattere su uno scoglio di illusioni.

Mi dicevi: “Sarò vincente.”

Non avevi fatto i conti, non avevi guardato i tuoi sogni appoggiandoti sulla vita, non avevi letto con attenzione le cure delle cose che ti insegnano, non avevi guardato con la logica quella lavagna che ti presentava un disegno, un disegno.

Sei stato sospeso sopra un filo per trovare quell'equilibrio effimero, hai guardato quella sabbia perché ti volevi staccare da tutti per capire, capire l’errore…

E così cosa hai sentito?

Un uragano dentro di te che ti schiacciava a terra, perché a cosa credevi?

A te stesso, a te stesso, ma Dio dove lo avevi messo?

All'ultimo posto, forse, ma adesso puoi riscattarti, puoi rialzarti e sentirti vincente, senza salire su un podio, ma solo perché hai ritrovato la strada, hai ritrovato l’Amore.

Non sono qui per giudicarti, non sono qui per guardare i tuoi sbagli, ma sono qui per dirti che c’è ancora speranza, puoi farcela, puoi farcela.

Seguimi, seguimi, lascia quella disperazione, riprendi quel sorriso, non avere paura, non sei solo, seguimi e troverai tanta gente che come te ha scelto la tua via, perché adesso siamo amici, amici di Gesù.

E adesso anche voi seguite questi passi che hanno ritrovato la fede, la fede…

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilLunedì, 26 Maggio 2014 09:35
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Parlo e Tu Sto crescendo »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?