banner header
Log in

E' la tua preghiera

Che scalda il cuore, che irrompe nelle mie giornate e fa di me un sorriso che si riscopre, libero, libero.

Mi sono chiesta tante volte il tuo caro impegno a non mollare, mi sono chiesta come mai scegliesti me, fra quelle voci, e poi ho camminato dicendo alla mia alba, che ero un tutt'uno con te.

Sono caduta, facendo precipitare la mia croce, sulle spalle di quel creato che mi stava solo aspettando, sono stata come un sogno che non riusciva ad avverarsi, senza capire il motivo.

E così mi hai preso per mano, e non ho sentito altro che il cuore, che non mi faceva dolore nel suo battere forte, ma avvertivo solo un pulsare, un pulsare leggero, leggero.

Ho conosciuto il tempo della semina, ho attraversato quello della raccolta, ma poi tutto è passato, e mi sono di nuovo messa nel guanciale di una sorella, ad aspettare un silenzio.

Ma cosa stavo facendo, ero forse una persona che stava componendo una sinfonia?

Ho guardato il cielo e mi sono ritrovata, ho rivisto il mio volto, ho catturato immagini che credevo di aver cancellato dalla mente, e così mi sono preparata ad accogliere il tuo soffio su di me.

Sono salita sulle vie per incontrare persone, ma quello che oggi ricordo, è soltanto un accenno di un calore, e poi queste mie braccia hanno chiesto un motivo per rimanere aderite alla pace, alla pace vera!

E’ arrivata la piccola, la piccola allegoria di questa mia vita, di questo mio stare nel mondo e sono stata immediatamente conquistata, da questa sua adesione in me.

Mi dico che sto respirando un’aria nuova, ma non è così, io sto solo percorrendo la Via che il Signore mi ha disegnato e che amo, amo con tutta me stessa, in ogni sua forma. E’ forse come dire che se c’è una preghiera per te, tu ti senti protetta, è forse come dire che nulla di quello che sei, ha poco valore, ma ha un valore prezioso, non sei un nulla, ma sei una creatura, una creatura che vuole sentirsi chiamare umile, e anche adesso chiamatemi umile, fatelo con il cuore.

Una preghiera, una preghiera che diventa una luce per la vita, una preghiera è stata ascoltata e poi vocalizzata da me, che ho solo aperto le mie labbra e unito le mie mani all'Amore.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Insieme nel mondo La gratitudine »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?