banner header
Log in

Estate = Ricentrarsi

Venite in un Luogo deserto e riposate un poco

Marco 6,31

Gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, in un luogo solitario, e riposatevi un po'». Era infatti molta la folla che andava e veniva e non avevano più neanche il tempo di mangiare.

palloncini

Fèrmati, fèrmati! Perché corri sempre? Non ti chiedo altro: una sosta. Lascia tutto per un momento e ascolta. Cavati fuori dal groviglio degli affari, dalle strettoie delle necessità e delle ansie quotidiane; càvati dagli intrighi delle passioni e dalle reti degli interessi. Non t'accorgi che sei un prigioniero? Sbarre sono le tue ambizioni, le abitudini, gli impegni, gli appuntamenti, le compagnie, le convenienze... Non senti queste catene? Se è il lavoro che t'impegna così e non l'interesse, slègati almeno per un giorno dai tuoi impegni. Lascia per un'ora il chiasso del mondo, le vie tormentate dal traffico, la folla asfissiante; lascia i locali appestati di fumo e di fiato e fuggi, fuggi verso la solitudine, verso la libertà. Fa' il deserto intorno a te e dentro di te. Allontana ogni pensiero molesto dalla tua mente e sgombra ogni ansia dal tuo cuore. E attendi. Ecco, quando tutto tace, parla Dio. Non l'hai sentito in cima ai monti? Non l'hai veduto nel cielo stellato? Non l'hai percepito sulla riva del mare la sua parola giungerti nel ritmo perpetuo dell'onda? All'alba, quando ancora tutto dorme, o nel silenzio altissimo della notte o in una chiesa deserta, o nel segreto della tua stanza tu lo puoi ritrovare: Egli è presente. Nell'intimo della tua anima che prega o tace, che canta o piange, che teme o chiama: Egli è presente. Ogni creatura è una parola di Dio, un segno della sua presenza, una voce che lo annuncia. Ma solo se tacciono gli uomini tu puoi raccogliere questa divina rivelazione. Cosa vuoi che ti dicano gli uomini? Parole sciocche, parole vane, parole amare, irritanti, cattive. Cosa vuoi che ti diano? Piccole cose. L'uomo è per natura monotono e povero. Tutti gli uomini stancano e annoiano. Solo Dio ha sempre qualche novità da dirci e qualche cosa da darci, perché è inesauribile, è veramente ricco: Egli è il Signore, nessuno si pentì mai del silenzio, ma del chiasso; nessuno si penti della meditazione, ma della distrazione; nessuno ebbe nausea della solitudine, ma delle feste. Nel deserto tu ritrovi te stesso, ma nella calca ti smarrisci. Disse un saggio: « Tutte le volte che fui tra gli uomini ritornai meno uomo ». Quando sei con gli altri, tu non sei con te. Con gli altri conoscerai molte cose, ma soltanto nella solitudine conoscerai te stesso. E la vera scienza comincia di qua. Nella solitudine tu ritrovi Dio se l'hai perduto, e lo scopri se non l'avessi ancora trovato. Nelle solitudini si sono formati i Grandi e i Santi, nella folla gli sciocchi e i delinquenti. « O beata solitudo, o sola beatitudo'. ».

 

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 15:58
  • Citazione: Mc 6,31
Giovanni Isidori

Studente di Sacra Teologia all'Istituto Teologico di Assisi.

Ausiliario alla Sicurezza presso la Basilica di San Pietro in Vaticano.

Cantore nel coro-guida "Mater Ecclesiae", coro gregoriano di risposta nelle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice.

Sito web: https://www.facebook.com/giovanni.isidori



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?