banner header
Log in

Monete per strada

E’ una storia che ha un senso profondo, una storia che ho costruito da dentro di me e adesso dico a voi di aprire gli occhi e il cuore e di leggere queste righe, queste parole:

“Era da poco arrivata la stagione dove le rose fioriscono, dove le erbe diventano il tappetto di ogni pensiero, dove tutto ti sembra un viaggio intorno alla natura.

Cristologia dei Testimoni di Geova - 2

I TESTIMONI DI GEOVA
La Bibbia dei testimoni di Geova: verità o menzogna?

Un elemento che proprio non si può trascurare, anche perché decisivo per tutto il nostro discorso, è la questione della Bibbia. Elemento inevitabile da affrontare perché è l’unica fonte di verità per i testimoni di Geova (TdG), i quali affermano che la loro dottrina è tutta fondata sulla Bibbia e che loro sono gli unici ad aver compreso la verità in essa contenuta, soprattutto perché i traduttori «si sono attenuti fedelmente al contenuto delle lingue bibliche originali»[1]. Però, se c’è questa fedeltà alla Sacra Scrittura, perché ciò che ne viene fuori è un divario dottrinale incolmabile, tale da non far rientrare i TdG nella grande famiglia cristiana? È evidente che c’è da far chiarezza proprio nell’ambito della Bibbia, che è e resta, al di là di tutto quello che diremo, l’unico terreno di confronto tra cristiani e testimoni di Geova. Sorge subito una domanda: la Bibbia dei TdG, dal titolo “Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture” (TNM) è uguale alla nostra (intendiamo la traduzione CEI)? Nelle loro predicazioni porta a porta pare proprio di si[2], anzi, sono loro stessi che invitano a confrontare i testi, proprio per far notare che non c’è alcuna differenza. Riportiamo qualche versetto (ma ce ne sarebbero tanti) per assicurarcene:

Cristologia dei Testimoni di Geova - 1

I TESTIMONI DI GEOVA

Chi sono?

«La svolta della storia» scrive Feuerbach, «sarà  il momento in cui l'uomo prenderà coscienza che il solo dio dell'uomo èl'uomo stesso»[1]. Così la modernità se da un lato ha contribuito al progresso scientifico, culturale, economico e politico, dall’altro è stata il tentativo di liberare l’uomo da Dio, ritenuto il grande nemico e oppressore dell’uomo. Il risultato non è stato quello sperato, anzi, se il Novecento è stato il secolo delle grandi scoperte, allo stesso tempo è stato il secolo dei grandi massacri, il più tragico della storia. Si sperava nella nascita di un uomo nuovo, con nuovi valori, ma in realtà si è assistito ad una progressiva disumanizzazione dell’uomo e la perdita di tutti i valori, fino a rendere l’uomo stesso orfano di senso, costretto a camminare senza una meta, senza una direzione.

Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?