banner header
Log in

L'adultera e Gesù

Ma Gesù, chinatosi, si mise a scrivere col dito per terra.

Giovanni 8,1-11

Gesù si avviò allora verso il monte degli Ulivi. Ma all'alba si recò di nuovo nel tempio e tutto il popolo andava da lui ed egli, sedutosi, li ammaestrava. Allora gli scribi e i farisei gli conducono una donna sorpresa in adulterio e, postala nel mezzo, gli dicono: "Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?". Questo dicevano per metterlo alla prova e per avere di che accusarlo. Ma Gesù, chinatosi, si mise a scrivere col dito per terra. E siccome insistevano nell'interrogarlo, alzò il capo e disse loro: "Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei". E chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Ma quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani fino agli ultimi. Rimase solo Gesù con la donna là in mezzo. Alzatosi allora Gesù le disse: "Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?". Ed essa rispose: "Nessuno, Signore". E Gesù le disse: "Neanch'io ti condanno; va’ e d'ora in poi non peccare più".

gesù-scrive-per-terra

Vi prego non fate i romantici… non simpatizzate per questa donna, non se lo merita. E’ stata presa in flagrante adulterio nella città santa, a ridosso delle celebrazioni pasquali quando c’era lo scrupolo totale della purità. E se tutto non era a posto il sacrificio non riconciliava con Dio, almeno questi erano i presupposti di fede di quel tempo. E le scritture sapevano cosa succede ad un popolo non riconciliato con Dio.

Questa donna per aver fatto quello che ha fatto deve aver detto a se stessa:” A me non me ne importa niente della sorte del mio popolo…”

Aspetta due giorni che cavolo… ti scappa proprio!

Io penso che non meriti tanta simpatia! Per lei, secondo la legge di Mosè, c’era la lapidazione! Non si scappa.

I sacerdoti pensano che hanno in mano l’arma per colpire Gesù… hai voluto la bicicletta? Pedala! Hai voluto essere Messia giudice? Giudica questa donna! Sulla spianata del tempio con la legge di Mosè che è chiara e con un tribunale dove hanno diritto di parola solo i maschi la situazione è davvero drammatica…

Ma Gesù scrive col dito per terra! Fiumi di inchiostro sono stati sprecati su quest’azione di Gesù, cercando di capire cosa avesse scritto…

Anche io me lo sono chiesto. A me piace pensare che in quel momento non stesse scrivendo assolutamente niente! Così come capita quando sei al mare e, mentre parli con una persona, distrattamente scrivi qualcosa sulla sabbia. Così Gesù in quel momento stava solo dialogando col Padre. Si perché da quando si vede comparire davanti la donna che gli hanno portato, l’unica sua preoccupazione  è come salvarla! La sua vita è appesa ad un filo… basta un niente per farla precipitare e si tratta della vita del Messia, dell’Asse del mondo perché Gesù è consapevole che è questa la verità.

Non ritiene uno spreco mettere a repentaglio la vita del Messia per salvare una donna assolutamente peccatrice che non merita tanta simpatia!

Qui si vede la sfolgorante bellezza di Gesù! La bellezza di un uomo che è capace di ragionare in questa maniera, cioè che prova dentro di se normale comportarsi così.

Cosa c’è di generosità e di fiducia in Dio in un uomo che si comporta in questa maniera? Mi verrebbe da chiedergli “Ma così rischi la pelle!” “Ci penserà il Signore, io devo salvare questa donna!”

E la salva! 

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 16:29
  • Citazione: Gv 8,1-11
Agostino Di Meglio

Agostino Di Meglio, classe '74, vivo a Roma dove lavoro come consulente web in una società di informatica. Ho frequentato i primi due anni dell'Istituto Teologico di Assisi. Ho tante passioni tra cui il mare... mi richiama tanto l'infinità di Dio e del suo Amore! Sono innamorato della vita e sono sempre in ascolto di essa, perchè è maestra e perchè è uno dei mezzi privilegiati attraverso cui Dio mi parla.

Sito web: buonanovella.info



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?