banner header
Log in

Gesù non fa sconti

Volete andarvene anche voi?

Giovanni 6,60-69

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?». Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell'uomo salire là dov'era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre». Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

sconti

Ogni volta che leggo questo brano del Vangelo ritorno coi piedi per terra! Nel senso che mi accorgo quanto Gesù faccia sul serio e che il suo messaggio sia davvero qualcosa di terribilmente serio. Oggi questo brano mi sveglia un po dal torpore di una lettura un po' apporssimativa del Vangelo nonchè romantica e a tratti sdolcinata. Questo brano è tutt'altro che questo! In questo episodio Gesù dice le cose come stanno (non che in altri momenti lo faccia di meno...): dice chiaramente che il messaggio che sta' portando al mondo è duro, difficile da capire... ma più che difficile da capire direi difficile da accettare! Infatti la reazione di chi lo sta' ascoltando è suscitata dal discorso che Gesù fa a riguardo del fatto che Lui è il "pane vivo disceso dal cielo" e che chi mangia la sua carne e beve il suo sangue rimane in Lui ed ha la vita eterna. come ragionamento non fa una piega: sempilice e chiaro! Ma decisamente drammatico: Gesù vuole darsi da mangiare! Dovete sapere che le prime comunità di cristiani, quando il cristianesimo era ancora una religione illecita, venivano accusati e condannati a morte per "cannibalismo" perchè dicevano di mangiare il corpo e il sangue di un uomo!
Molti dei discepoli che lo seguivano dopo queste affermazioni, ci racconta Giovanni, "tornarono indietro e non andavano più con Lui". A questa reazione degli ascoltatori Gesù non smorza i toni come a dire "dite che è duro? Forse lo dico in un altro modo" oppure "Forse è esagerato, meglio che abbasso il tiro altrimenti rimango da solo"... no, no! Gesù dice: "Volete andarvene anche voi?", come a dire: "Le cose stanno così e non ci sono sconti, se volete andatevene pure voi ma quello che sto' dicendo è una questione di vita o di morte". Questa trovata di Gesù, di darsi da mangiare per rimanere con noi e dirci quanto siamo amati dal Padre è una cosa che solo Dio poteva pensare!

Quando mi pongo difronte ad un mistero così grande, a voler capire come sia possibile una cosa del genere e comincio a ragionare mi torna alla memoria mia nonna, si chiamava Immacolata. Una donna di una fede incrollabile perchè semplice! Recitava molte preghiere in latino ma un latino "ponzese", da morir dal ridere :). Non dubitava mai di quello in cui credeva e ne ho avuto la conferma il giorno della sua morte, o meglio della sua nascita al cielo. Questa fede l'ha preparata al suo incontro con lo sposo con una dignità incredibile ed una serenità che ha il sapore dell'eterno. Per lei era così chiaro questo mistero che nella sua semplicità sento che ancora oggi vuole dirmi: "ma come fai a non capire e non credere: è così chiaro!"

Signore, aumenta la mia fede! Anche io come Pietro voglio poter dire: "da chi vado Signore, solo Tu hai la Parola che salva, hai parole che non si perdono al vento, hai parole di vita eterna".

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 14:44
  • Citazione: Gv 6,60-69
Agostino Di Meglio

Agostino Di Meglio, classe '74, vivo a Roma dove lavoro come consulente web in una società di informatica. Ho frequentato i primi due anni dell'Istituto Teologico di Assisi. Ho tante passioni tra cui il mare... mi richiama tanto l'infinità di Dio e del suo Amore! Sono innamorato della vita e sono sempre in ascolto di essa, perchè è maestra e perchè è uno dei mezzi privilegiati attraverso cui Dio mi parla.

Sito web: buonanovella.info
Altro in questa categoria: « Gesù e la matematica Se uno mi ama »

1 commento

  • Daniele
    Daniele Lunedì, 13 Maggio 2013 16:45 Link al commento

    Grazie fratellone, di fronte al dubbio se piacere a Dio o a gli uomini, questo brano mi ricorda che non devo temere e parlare senza guardare chi mi verrà dietro!!




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?