banner header
Log in

Il buio diventa catena

Chi fa il male odia la luce ...

Giovanni 3,20

"Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio".

spezza-le-catene-L-1

Quando ti nascondi? Quando sai di far male. Se invece sai di far bene, vai alla luce, non hai difficoltà a farti vedere. Il ladro aspetta la notte, il seduttore attende il tramonto, l'assassino cerca il buio e l'impuro il nascondiglio. L'ipocrita si nasconde dietro la maschera, il maligno nell'anonimo e il falso cerca il raggiro. Tutta gente a cui la luce dà fastidio.
Parliamoci chiaro: alla luce il fango si distingue dalla perla e l'oro dalla sabbia. Al buio l'una è come l'altro. E' alla luce che si scorge il fosso e lo si può schivare; è alla luce che si avverte il pericolo e lo si può evitare. Chi sa d'esser "sudicio" e non vuol essere disprezzato, evitato, eliminato, cerca di tenersi nell'ombra. Ama le tenebre chi è indifeso, ama la luce chi è nella verità. In due parole: l'oscurità è l'alleata dei colpevoli, la luce è l'alleata degli innocenti.
L'oscurità avvolge uomini e cose in un sol fascio e li rende uniformi, indistinti, indeterminati, senza colore, senza fisionomia, senza volto. La luce invece dà a ciascuno la sua forma, il suo colore, la sua fisionomia. Fa vedere ciascuno come è. Definisce ogni figura. Perciò la luce è un giudice che sentenzia e condanna.
Ecco perché se ami il peccato perdi la Fede. Perché la Fede, che è il tuo giudice, sarebbe la tua condanna. Quando si perde la Fede vuol dire che s'è già perduta la morale. Perdi la Fede non per difetto di convinzione, ma per eccesso di corruzione.
Se infatti vuoi fare i tuoi comodi, la Fede non sarà un aiuto ma un ostacolo. Perciò sarai tentato di respingerla man mano che crescerà il tuo egoismo e la tua superbia. Avrai soltanto di mira i tuoi diritti, mentre la Fede ti ricorderà anche i tuoi doveri.
E poiché le ispirazioni e i controlli son sempre noiosi, non vedrai allora miglior rimedio che tagliare i ponti con la Fede proclamandoti "libero pensatore". Titolo evidentemente eufemistico che sta al posto di quello più esatto, ma antiestetico, di libero peccatore, libero adultero, libero truffatore, libero arrivista... E perciò opterai per lo scetticismo, per l'agnosticismo, per il materialismo; perché appunto in queste ombre ogni contrasto fra azione e pensiero scompare.
Così penserai di vivere finalmente in pace. Sotto un certo aspetto e per un certo tempo tale soluzione ti sembrerà soddisfacente; se non che, essendo nato non talpa ma uomo, quelle tenebre diventeranno ben presto il tuo carcere, e la vita senza fede ti si ridurrà all'esistenza di una abitudine compulsiva: la più angosciosa nostalgia ti prenderà alla gola.
Poiché la nostra patria è la Luce, e vita umana non è altro che una marcia verso la Verità.

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 15:24
  • Citazione: Gv 3,20
Giovanni Isidori

Studente di Sacra Teologia all'Istituto Teologico di Assisi.

Ausiliario alla Sicurezza presso la Basilica di San Pietro in Vaticano.

Cantore nel coro-guida "Mater Ecclesiae", coro gregoriano di risposta nelle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice.

Sito web: https://www.facebook.com/giovanni.isidori



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?