banner header
Log in

Il Regno è già qui

Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione...

(Luca 17,20-25)

20I farisei gli domandarono: "Quando verrà il regno di Dio?". Egli rispose loro: "Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione, 21e nessuno dirà: "Eccolo qui", oppure: "Eccolo là". Perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!". 22Disse poi ai discepoli: "Verranno giorni in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell'uomo, ma non lo vedrete. 23Vi diranno: "Eccolo là", oppure: "Eccolo qui"; non andateci, non seguiteli. 24Perché come la folgore, guizzando, brilla da un capo all'altro del cielo, così sarà il Figlio dell'uomo nel suo giorno. 25Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga rifiutato da questa generazione.

Quando verrà il regno di Dio?”: forse ce lo siamo chiesto… in questa o in altre forme… quando verrà il Regno di Dio e le cose andranno meglio… ciascuno conosce la fatica dell’attesa e la fatica del non sapere, del non avere date o certezze. Chiedere a Dio quando, una data, una certezza significa certamente restare spiazzati dalla risposta: è già qui! Non c’è nulla da aspettare, il regno è presente in modo discreto, visibile per quegli attenti cercatori che ne sanno scorgere la traccia e la presenza nel mezzo della vicende della vita. Dio che regna non si scorge nello straordinario, ma nel feriale dispiegarsi della vita. Il Signore è già presente nella possibilità quotidiana che abbiamo di continuare ad attenderlo, e in questo gioco di possibilità dove viviamo perennemente un "Già e non ancora" che ci rende pieni di speranza e di potenzialità inaspettate… Ma bisogna saperle vedere e valorizzarle pienamente.

Bella la seguente poesie di Emily Dickinson sull’attesa di un Paradiso che in parte possiamo gustare già qui, nel regno della Possibilità che ci è dato di vivere:

“Io abito la possibilità,
una casa più bella della prosa
più ricca di finestre,
superbe le sue porte –

 

E’ fatta di stanze simili a cedri –
che lo sguardo non possiede –
come tetto infinito
ha la volta del cielo –

 

La visitano ospiti squisiti –
La mia sola occupazione –
spalancare le mani sottili
per accogliervi il Paradiso.”
(1862)

 

Sono proprio quelle stanze, sembra dirci questa poesia, le nostre stanze simili a cedri che hanno il potere di avere per tetto la volta del cielo: se saranno così le nostre case saranno piene di visite amabili (ospiti squisiti) che siano persone o forse pensieri a cui regaliamo il gusto di relazioni vere… E tutto questo grazie ad un solo atteggiamento di fondo: quello di un’accoglienza pura che accoglie già il Paradiso. Saremo così meno disposti, forse, a seguire falsi profeti che ci dicano “E’ là…”, perché tutto il nostro sforzo sarà concentrato sullo spalancare le nostre mani sottili per farlo già entrare, riconoscendolo nelle nostre case più belle della “prosa”… E’ la poesia di un’attesa già piena di presenza!

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilGiovedì, 13 Novembre 2014 01:31
  • Citazione: Lc 17,20-25
Chiara Gatti

Responsabile del Progetto TAU APP, l’App Francescana del Vangelo.

Come socia della Cooperativa Sociale Francescana Fratelli è Possibile, si occupa di coordinare la redazione della rivista trimestrale Momenti Francescani (Vangelo, Fonti Francescane e attualizzazioni per ogni giorno) e fa parte del Coordinamento della Redazione di Tau App, l’App Francescana del Vangelo per smartphone e tablet, per “toccare la Parola” (Vangelo quotidiano, attualizzazione, link a video, canzoni, prosa, poesia, fotografie e opere d’arte, articoli di riviste in assonanza con la Parola ...).

Svolge inoltre attività di formazione come mediatrice sociale in percorsi formativi rivolti al mondo della scuola, del lavoro e dell’associazionismo in genere. Ha collaborato per anni alla realizzazione del Festival Francescano, in particolare nel settore dei progetti didattici e dell’accoglienza e ospitalità.

E’ sposata, ha due figli e da anni vive la sua vocazione francescana come professa solenne nella Fraternità di Cesena - Ordine Francescano Secolare, occupandosi di formazione a livello locale e regionale.

I testi proposti su Buona Novella da Chiara sono frutto di una amicizia tra Buona Novella e la Redazione di TAU APP.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?