banner header
Log in

Il ritorno dell'emigrato!

lemigrato

In un piccolo paese italiano viveva una bellissima famiglia composta da Mario e Anna (marito e moglie) e Patrizia e Giuseppe i loro piccoli figli. Anna amava il coraggio e la forza di Mario il quale non si tirava mai indietro di fronte alle difficoltà! Mario amava la tenerezza di Anna e la osservava per diversi momenti prima di addormentarsi. Da poco Anna aveva comunicato a Mario che presto la famiglia sarebbe diventata più grande!! Aspettavano il terzo bambino. Seppure poverissimi

accolsero la notizia con gioia. I bambini giravano spesso intorno al tavolo di casa e saltavano gioiosi con occhi luminosissimi. Mario faceva tutti i lavori che riusciva a trovare ma la povertà lo aveva spinto ad una decisione drastica: “emigrare in America”. Il giorno che comunicò la sua idea in famiglia tutti piansero e sebbene volessero trattenerlo compresero che per sopravvivere era l’unica possibilità!! Il giorno della partenza si avvicinava e le ore diventavano sempre più cariche di tristezza.. Mario guardava la sua bellissima famiglia sapendo che sarebbe passato molto tempo prima di poterli rivedere. Anna piangeva e i suoi figli la seguivano gridando :”papà noo resta con noi”. Il giorno della partenza arrivò.. raggiunsero il porto dove la grande nave attendeva i passeggeri coraggiosi, decisi a sfidare l’oceano e a sacrificarsi per la salvezza delle loro famiglie. Ogni istante che i avvicinava alla nave era uno spillo che si infilava nel cuore.. era un pugno allo stomaco! Partire..

Mario abbracciò i bambini con amore, li baciò sulle guance e infine abbracciò sua moglie, a lungo, piangendo, sussurrandole all’orecchio destro: “tornerò..” e “Ti amo”. Dopo queste parole si voltò e con una forza incredibile riuscì a non voltarsi e a salire sulla nave. Dopo circa 10 minuti la nave partì.. Mario si affacciò e vide la sua bellissima famiglia e con il viso pieno di lacrime si sbracciava mostrando il suo bene!

Partito…                                                                                                                                                 

Erano passati diversi giorni dalla partenza e Anna soffriva terribilmente! Non aveva notizie di Mario.. Nel piccolo paese molti altri uomini erano partiti per l’America e tutti coloro che erano rimasti attendevano risposte.. Tutti si chiedevano: “Ma sarà ancora vivo? Come staranno?”. In fondo quella partenza era come una piccola morte..

Dopo molti giorni Anna passava per il porto cercando del pesce da suo fratello Piero e mentre guardava le sogliole sentì il fischio di una nave!! Si voltò e riconobbe il suo vicino di casa!! Anche lui era partito per l’America con Mario!! Con impazienza attese che il vicino scendesse e appena gli fu vicino gli chiese notizie..

Il vicino con un bellissimo sorriso disse: “Sono vivi!!! stanno bene!!”

Anna pianse di gioia!! Corse subito in paese e gridò a squarciagola: “E’ tornato!! Un emigrato è tornato!! Sono tutti vivi!!!” i paesani sentendo la notizia uscirono pieni di gioia e quel giorno si abbracciarono felici e pieni di affetto.

Perché questa storia??                                                              

Ogni volta che una persona muore è come se partisse.. il problema è che noi non sappiamo se è ancora viva!! Gesù è quell’emigrato che è tornato dalla morte e ci ha detto che dopo, la vita continua!! La reazione di Anna è la stessa di Maria Maddalena che incontrando Gesù Risorto corre dagli apostoli a dirlo.

Se hai un parente o un amico che è morto, sappi che uno è tornato dalla morte e ci ha mostrato che la vita continua!! Quindi coraggio!!! Credi in Gesù e nella sua risurrezione!

Un abbraccio

Ultima modifica ilMercoledì, 28 Agosto 2013 11:49
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?