banner header
Log in

Il tuo Baricentro

Una sola cosa è Necessaria

Luca 10,42

Una sola cosa è necessaria

cuaresma23020801

Se io ti chiedessi: Quante sono le cose necessarie all'uomo?, tu non sapresti da dove cominciare: sono tante le necessità umane! Eppure, se ci pensi, di cose veramente necessarie c'è ne una sola. E quest'unica non è neppur quella che tu pensi. No, non è il pane, ma la religione.
Mi dirai: Ma senza pane non si vive! E io ti rispondo: senza religione è peggio: gli uomini si uccidono! I due fenomeni più truci della storia infatti, l'omicidio e il suicidio, accusano, quando non sono casi di patologia mentale, una deficienza di religione. Alcune statistiche hanno dimostrato che la percentuale più alta dei suicidi non si ha nei paesi più poveri ma in quelli dove c'è meno religione. Questa dunque ti serve a renderti preziosa e accettabile la stessa vita. Il pane infatti ti è necessario, supposto che accetti e ami di vivere; ma vi sono dei momenti della tua esistenza in cui la vita ti diviene un peso insopportabile, un ingombro inutile che ti senti tentato di gettar via. Vuoi dirmi, dunque, a che ti serve in quei momenti il pane e tutto il resto che possiedi? Quanti sono quelli che muoiono ogni giorno per mancanza di pane in Europa? Se cerchi sui giornali, ne trovi solamente qualcuno. Quanti sono quelli che muoiono ogni giorno per delitti? (e ogni delitto è un peccato, cioè una mancanza di religione). Sui giornali ce ne sono tanti ogni giorno. E al termine di un anno? Centinaia, migliaia! Fa dunque più strage il peccato che non la fame.
Se ti manca il pane, troverai sempre qualcuno che t'aiuta. Qualunque cosa ti manchi, puoi sempre trovare un rimedio. Ma se ti manca la religione, la Fede, se ti manca Dio, tu sei un disperato, sei un naufrago anche se affoghi nell'oro. Nessuno può aiutarti, neppure la creatura che più ti ama al mondo, neppure tua madre. Quando non possiedi Dio e hai perciò il vuoto nel cuore e la nausea della vita, che vuoi che ti faccia tua madre? Al più potrà piangere e disperarsi insieme con te. Ma non potrà mai darti ciò che solo Dio ti può dare.
Finché gli uomini crederanno soltanto al loro utile e trascureranno l'unico necessario, essi avranno sempre un destino di lotte e un'eredità di lacrime e di sangue. Perché se per essi Dio non esiste, se altri beni non vi sono che quelli presenti, non esisterà allora che una sola legge: beato chi arriva prima e accaparra prima i beni di questa terra.
Impostata così, la vita sociale si riduce a un serraglio di lupi dove uno contende all'altro la preda. Non saremo tutti fratelli, ma tutti dei concorrenti spietati. Se tutti gli uomini invece avessero ascoltato la parola di Dio: « Non fate agli altri quello che non volete che sia fatto a voi », non avremmo mai conosciuto gli orrori delle stragi e delle guerre. All'origine di ogni conflitto c'è sempre la violazione di una legge divina, dunque una mancanza di religione. I più alti valori umani, come la pace, la giustizia, l'onestà, la vita stessa sono anelli di una ferrea catena logica sospesa a un primo anello che è la religione, la quale ci lega a Dio.
Se spezzi il primo anello, tutti gli altri precipitano: senza religione no c'è morale, senza morale non c'è giustizia, senza giustizia non c'è pace, senza pace non si vive!

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 16:03
  • Citazione: Lc 10,42
Giovanni Isidori

Studente di Sacra Teologia all'Istituto Teologico di Assisi.

Ausiliario alla Sicurezza presso la Basilica di San Pietro in Vaticano.

Cantore nel coro-guida "Mater Ecclesiae", coro gregoriano di risposta nelle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice.

Sito web: https://www.facebook.com/giovanni.isidori



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?