banner header
Log in

La fede, i dubbi e l’aria che respiri

gattaca1

Le domande che ti porti dentro sono troppo grandi e importanti per rimandare di giorno in giorno, di settimana in settimana un inizio di risposta. Un inizio, perché per rispondere non basta una vita. Anche quando sceglierai di credere, o di non credere, sarà un continuo domandare. Perché la vita ci interroga, ci mette in discussione. E se una fede autentica è una fede che si interroga, anche una “non fede” autentica lo fa, se non vuole diventare una scelta di comodo. Un ateo, se è intelligente, non può smettere di farsi domande, altrimenti – capisci – anche la sua, paradossalmente, diventa una scelta di fede… perché non si può dimostrare che Dio non esiste.

I tuoi dubbi sono legittimi e sono sani, vogliono dire che non ti accontenti, che ami andare in profondità nella cose, e questo è meraviglioso e ti fa onore.

Se ci pensi, uno come Tommaso, l'apostolo che per tutti rappresenta l'uomo dubbioso per eccellenza ("Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi, e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò", Giovanni 20,25) è invece quello che fa la più alta professione di fede di tutti i vangeli, che non ha eguali nemmeno nelle parole di Pietro, colui al quale Gesù affida la sua Chiesa: "Mio Signore e mio Dio" (Giovanni 20,28).

Dunque, riflettiamo assieme. Non voglio darti risposte preconfezionate. In fondo, io ho solo fatto un pezzo di strada in più, ma siamo tutti in cammino.

Ecco, io sono profondamente convinta di questo: la vita è un cammino, la fede è un cammino, a volte vai avanti, altre torni indietro, altre ancora fai dei giri immensi e contorti per trovarti poco più in là, ma è la tua strada, solo tu la puoi fare. È una cosa terribile e bellissima. Terribile, perché a volte ci spaventa, e vorremmo avere tutto chiaro, sapere dove andare, o almeno dove siamo (come quei cartelli con la mappa della città che ti dicono “Voi siete qui”). Ma bellissima, perché ti toglie il fiato e ti riempie di meraviglia…

Sta’ serena.
Non sei una peccatrice (almeno non più di quanto lo siamo tutti! Siamo tutti in cammino e tutti cadiamo, qualche volta) e non sei una falsa cristiana. Se vuoi, sei una cristiana “in ricerca”, che ha accettato di mettersi a camminare ma ci tiene a fare i passi giusti, in modo consapevole. Ricordati che non sei sola.
Non aver paura dei tuoi dubbi, accoglili come l’aria che respiri, ma senza intossicarti. E poiché cominci a credere in Dio, abbi fiducia in Lui. Anche Lui sta “camminando in te” e ti porterà lontano.

Ultima modifica ilSabato, 13 Luglio 2013 22:11
Irene Tonolo

Sono insegnante di Religione nella scuola superiore, con una lunga esperienza nell'animazione dei giovani e giovanissimi, esperienza che ho tralasciato per dedicarmi alla famiglia (sono moglie e madre), ma che mi ha segnato profondamente e mi guida ancora oggi nel mio lavoro.

1 commento




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?