banner header
Log in

Missione vigile

vigile 1

 

Il lavoro del vigile urbano è molto importante per la vita di tutti i giorni e da esso possiamo trarre preziosi insegnamenti per la vita dello Spirito!

Il vigile:                                                       

  1. Lavora nel traffico
  2. Si trova in una posizione in cui riesce a vedere bene le strade
  3. Sa le conseguenze delle scelte delle macchine
  4. Tiene ferme le macchine per il tempo necessario
  5. Indica la strada giusta
  6. Ferma le macchine per il loro bene
  7. Fa la multa se qualcuno trasgredisce.

Per noi:

  • Il cristiano deve vivere pensando che è un fratello per i fratelli! Un cristiano che pensa solo a se stesso.. non è cristiano. In paradiso o si va insieme.. o si rischia di non andarci!! Anche chi vive una vita di preghiera ritirato dedica le sue preghiere a chi vive nel mondo.
  • Il cristiano impara sempre più che le sue azioni hanno conseguenze e impara cosi a discernere le diverse strade.
  • Il cristiano tuttavia non si ferma a comprendere quali sono le diverse possibilità ma comprende sempre più quali conseguenze generano le scelte. Ogni scelta ha conseguenze nella relazione con Dio, me stesso e i fratelli.
  • Il cristiano ama i fratelli e non li lega a sé. La relazione giusta è quella di un amore libero e liberante. Non bisogna legare le persone a sé stessi ma avvicinarli sempre più a Dio. Ogni cristiano sa che l’uomo nel cuore desidera Dio e cerca in tutti i modi di portare i fratelli a Lui.
  • Il cristiano è un cartello indicatore, indica Gesù! La sua stessa vita è indicazione dell’esistenza di Gesù e anzi è manifestazione nel mondo della sua presenza. Per indicare qualcosa bisogna sapere dove si trova.. Il cristiano che non ha conosciuto Gesù.. come farà a indicarlo?
  • Il cristiano ha il coraggio di dire dei “no” sapendo che è doloroso, antipatico ma necessario per il bene delle persone. Sul momento ogni correzione fa male.. ma poi genera vita. Le persone hanno bisogno di sentirsi dire “no” ai loro capricci, il problema è che oggi siamo talmente orgogliosi che ogni “no” diventa occasione di grande scontro. Solo chi ama veramente ha il coraggio di dire “no” per il bene dell’altro. Chi dice “no” sa di poter “perdere” l’altra persona. Tuttavia sa che dire “si” gli farebbe ancora più male. Il vero amore è questo: “sono disposto a passare per antipatico ma dirti di no, piuttosto che esserti simpatico ma permettere il male”. Il vero amore quindi è disposto a perdere per il bene dell’altro.
  • Il cristiano se il fratello sbaglia e sta andando su una strada sbagliata deve avvisarlo! Deve fargli la “multa”. Un rimprovero con carità ci deve essere altrimenti chi sbaglia continuerà a camminare sulla strada sbagliata con conseguenze disastrose!

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilDomenica, 12 Gennaio 2014 21:46
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?