banner header
Log in

Nella disoccupazione Satana..

disoccupato disperato 4

Alcune parole risultano vere solo se chi te le riferisce ha vissuto ciò che racconta!

Moltissime persone parlano di disoccupazione e spesso sentiamo dirci le varie “RICETTE PER USCIRE DALLA CRISI”. Chi sta vivendo un periodo di disoccupazione, come l’ho vissuto anche io, sa bene che queste “ricette” dopo un po diventano fastidiose e si desidera che le persone intorno tacciano.

Uscire dal mondo del lavoro è terribile! In questo articolo non proporrò “ricette” per la crisi bensì consigli per smascherare Satana che in questa situazione aggiunge fardelli alla già difficile situazione!!

Partiamo da un presupposto: l’uomo patisce maggiormente la disoccupazione in quanto il lavoro fa parte della sua profonda umanità. Una donna soffre per la mancanza di lavoro ma l’uomo ancora di più!! Perché? perché l’uomo identifica il suo valore con il lavorare. Questo Satana lo sa bene e ci lavora sopra. Facciamo un esempio pratico:

Mi trovo a letto e sto per addormentarmi, da mesi non trovo lavoro e le prospettive per il futuro sono incerte. Ad un certo punto arriva un pensiero che se non fermato vedrete dove porta:

  1. Daniele, certo che c’è veramente crisi!!
  2. Eh si! La disoccupazione è terribile!!
  3. Eppure c’è gente che lavora e alcuni sono ricchi..
  4. Eppure io non lavoro e presto sarò povero..
  5. Chi lavora è “riuscito”
  6. Io sono un fallito!!!
  7. Quindi la gente mi vede come un fallito
  8. Allora anche mia moglie mi vede come un fallito!
  9. La gente mi lascerà perché sono un fallito!
  10. Anche mia moglie.. alla fine mi lascerà perché sono un fallito!

Avete visto? Sembra esagerato? Chi è nella disoccupazione mi può comprendere.. La croce più grossa per chi è senza lavoro è la perdita della sua dignità dovuta al fatto che crede al punto 6: “tu sei un fallito”.

Ti prego credimi: “tu non sei un fallito!!” se tu hai lavorato e altri hanno chiuso l’azienda.. se sei tu stesso che hai chiuso l’azienda.. se sei onesto e cerchi lavoro, non sei tu che sei sbagliato!! È quello che vuole Satana: farti sentire uno schifo!!

Cosa succede se credi a Satana?

  1. Piano piano smetti di cercare lavoro
  2. Non credi che tu possa inventare qualcosa di nuovo
  3. Ti impigrisci sempre di più
  4. Una voce in te grida: “Aiutooo” ma nessuno sembra ascoltarti

Qui di fronte a questa crisi ci sono due possibilità:

  1. Scegli di rimanere onesto e porti su di te il peso del male della società e preghi Dio chiedendogli ispirazione e aiuto!
  2. Diventi disonesto e fai il gioco di Satana

Cosa ti suggerisco umilmente:

  1. Parti da questa frase: “Io sono un grande figlio di Dio!”. Te la meriti questa frase!! Te lo dico con le lacrime, ne hai passate tante.. riparti dalla tua dignità di Figlio di Dio! Questa dignità non ti è stata tolta con il lavoro!!
  2. Credi che Dio non si è dimenticato di te!! Gesù è in croce con te!
  3. Affida a Dio la tua angoscia, sfogati con Lui!
  4. Dopo questo ricorda che Dio non lascia nella tomba i suoi figli! Ovvero ci vorrà del tempo che Lui sa.. ma ti rialzerà!

Ti abbraccio fratello e sorella crocifissa dalla disoccupazione e alzo con te lo sguardo al Cielo.

 

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMercoledì, 11 Settembre 2013 12:19
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.

1 commento

  • Simone
    Simone Giovedì, 12 Settembre 2013 10:21 Link al commento

    Ci sono delle cose in quel che hai scritto che possono essere vere in tutti i tipi di crisi esistenziali della persona, quando non ti senti più amato e protetto da nessuno, anche se c'è sempre Qualcuno che ti ama e ti protegge.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?