banner header
Log in

Non ti lascerò

Sarai nell’abbraccio, sarai nel mio tempo e in quello che verrà da domani in poi, sarai in questo silenzio, che ha tutte le parole che ti sono mancate, sarai, sarai qui, non ti lascerò.

Ho preso parte alla lettura della vita, quando hai attraversato la mia strada, ho preso con me i momenti e tu li hai fatti diventare le mie anfore, da dove potevo versare il mio dare, il mio dare senza fine.

E adesso prendi pure questo palmo e ricorda, quando da bambina, ti appoggiavi ad una sedia per iniziare a camminare, e non sapevi quale fosse il tuo posto nel mondo.

E’ arrivata la libertà di amare e ti sei accorta che non era lì per caso, è arrivata la purezza e quel canto che hai sentito da dentro il mio cuore, non ti ha portato via da quella sedia, che avevi preso, perché volevi parlarmi.

Mi hai vista capace di rovesciare un libro per capire il dono di quelle parole, mi hai vista scontrare i miei anni sopra quelle onde, che hai messo apposta per me, ed io cosa potevo fare se non cercarti ancora, perché gli occhi mi avevano fatto incontrare l’ombra, e così, così quelle care giornate non erano per me un soffio, ma una cosa da superare.

E ti chiedi come mai, un passo possa essere investito dalla Luce così, così all’improvviso?

Cammino e quello che so fare, è mettermi qui su questa via, senza dire a nessuno di raggiungermi, se non a te, che sei già l’Immenso. Sono davanti a quello che un giorno avrei detto il mio traguardo finale, sono davanti alla Parola che di nuovo sto leggendo, come se fosse il mio nutrimento.

Abito ancora nella meta di molte creature, che vogliono stringere le mie mani, abito ancora nelle lettere ancora in sospeso, nelle venature del cuore, abito ancora nelle preghiere che vengono aperte, come un fiume per tutti.

Adesso ci sono i tuoi passi che straordinariamente, immergono i miei anni nelle carezze più belle, adesso vedo, sento, e posso dire a questa via che se dovessero arrivare le notti e accendersi le stelle nel cielo, io direi sempre:

Non ti lascerò, non perderò le tue impronte, non sarò distante, ma vicina.”

Un abbraccio, solo un abbraccio su di me, e questa mia vita si sente rassicurata, e questa mia vita, si sente pronta, pronta per un nuovo passo verso l’Amore.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilDomenica, 19 Gennaio 2014 23:35
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « La gratitudine Mettiti qui, non andare »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?