banner header
Log in

La cultura ti fa a pezzi !!

     Cercate prima il Regno dei Cieli e la Sua giustizia

(Matteo 6,33) 

Cercate prima il Regno dei Cieli e la sua giustizia

 

Cosa potremmo realizzare prima: la riforma morale, spirituale, una riforma religiosa della società oppure quella economica e sociale? Alcuni potrebbero dire: "facciamo prima l'uomo, e quando avremo formato un uomo, più agevolmente lo faremo cristiano". Essi intendono: di dare prima una sufficiente formazione culturale, di assicurare una solida posizione economica, di realizzare una sistemazione sociale stabile, di compiere prima l'educazione civica e politica, e finalmente, quasi a coronamento della edificazione completa dell'uomo, aggiungervi la formazione spirituale cristiana. E' sbagliato. Quell'uomo che hai educato con prospettive puramente umane, appena si sarà reso indipendente, lo perderai di mano. Perché egli non seguirà altro che quegli ideali esclusivamente umani e terreni che ha imparato ad amare e a seguire. Non si può formare l'uomo integrale senza formarlo nel soprannaturale; non si possono salvare le realtà terrestri senza tendere alle realtà celesti; non si riesce a costruire una vera società in questo mondo senza impegnarsi a lavorare per l'altro mondo. Perché la storia e l'esperienza insegnano che a lavorare prima per questo mondo e poi per l'altro, si finisce per rovinare l'uno e perdere l'altro. Tanti infatti hanno cercato di formare l'uomo completo, secondo loro, tralasciando di farne anche un cristiano. Ci sono riusciti? Osserva: l'estetismo ha fatto dell'uomo un edonista, l'idealismo ne ha fatto un assolutista e il materialismo una macchina; lo scientismo ne ha fatto un mero animale; l'esistenzialismo ne ha fatto un disperato e il moralismo un ipocrita; il pedagogismo ne ha fatto un conformista e il sociologismo ne ha fatto un numero; il militarismo ne ha fatto carne da macello e il marxismo uno schiavo rimodernato.
Perché questo? Perché ogni educazione puramente umana parte sempre da una conoscenza parziale dell'uomo. Nessun uomo è capace di conoscere completamente l'uomo: esso è ancora in gran parte un mistero per quel che possiamo sapere da noi. Solo Dio che lo ha fatto lo conosce intimamente e totalmente; e perciò solo attraverso la rivelazione divina potremo conoscerlo noi. Se dunque da te non lo conosci completamente, come puoi pretendere di formarlo integralmente? Tutta la tua opera di formazione puramente umana sarà sempre parziale e perciò insufficiente. D'altra parte l'uomo non agisce e non vive senza un fine, e se non ha imparato in tempo a porre in Dio lo scopo supremo delle sue azioni e della sua esistenza, lo porrà certamente in se stesso o in un altro idolo. Sicché tutto quello di cui egli potrà disporre, cultura, tecnica, mezzi economici, arte, potenza, tempo libero... tutto, tutto destinerà al raggiungimento e al possesso di quegli unici beni inferiori che conosce e che ama come suoi idoli. Pertanto il miglioramento economico e tutto il resto non gli servirà ad elevarlo ma ad abbassarlo; non a liberarlo dalle passioni ma ad asservirlo di più; non a renderlo più comprensivo e altruista ma più gretto ed egoista. E dove regnano l'egoismo e le passioni non si ha una vera società ma soltanto un branco di lupi.
Vedi? Volevi fare un uomo, e ne hai fatto invece un lupo!
L'uomo è costituzionalmente un peccatore, che con le sue forze soltanto non potrà mai realizzare il più bel programma di questo mondo. Hai voglia dunque di insegnargli il bene e l'onestà: senza le risorse della grazia, sufficiente ed efficace, tutto si ridurrà a una nobile aspirazione, che urterà contro una realtà umana troppo deludente. Tu mi dirai: E il Cristianesimo è riuscito a formare l'uomo integrale? E io ti dico di sì. Il Santo infatti è l'uomo veramente integrale, non soltanto per le sue virtù religiose, ma anche per quelle umane, sociali e civili; egli s'impone al rispetto e all'ammirazione di tutti. Non vi è dunque umanesimo integrale se non cristiano. Senza cristianesimo non si sviluppa l'uomo totale ma parziale; non si ha l'uomo sano ma l 'uomo quantomeno de-formato.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMercoledì, 06 Novembre 2013 23:35
  • Citazione: Cultura
Giovanni Isidori

Studente di Sacra Teologia all'Istituto Teologico di Assisi.

Ausiliario alla Sicurezza presso la Basilica di San Pietro in Vaticano.

Cantore nel coro-guida "Mater Ecclesiae", coro gregoriano di risposta nelle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice.

Sito web: https://www.facebook.com/giovanni.isidori



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?