banner header
Log in

Bigotto!

strategia struzzo"Bigotto, omofobo, maschilista, i preti sono tutti pedofili, se il Papa vendesse l'anello sfamerebbe l'Africa, il Papa ha le scarpe di Prada, il conclave costa 8 miliardi di euro..." e via via discorrendo. Quante volte te lo sei sentito dire? Quante volte ti hanno insultato per la tua fede? E che hai risposto a queste accuse? "La Bibbia è un libro per bambini, manomesso dall'uomo" e certo! E che pensavano che era sceso dal cielo? Forse forse chi ha le idee confuse sono gli stessi burattini pilotati dai menzogneri dell'anticlericalismo, schiavi di false dottrine e ideologie."Per vedere il Papa ad Assisi chiedono 90 euro, sporchi preti!" ho letto anche questo. Dando per scontato che la maggior parte dei nostri lettori abbia una certa intelligenza per capire che queste sono un branco di stupidaggini, c'è da ammettere che a volte si può rimanere perplessi. Ovviamente facendo una semplice ricerca su google non si trova altro che materiale anticlericale e scorretto, ergo una marea di spazzatura. Quindi prima di abboccare a certe dicerie fate una ricerca seria, chiedendo consiglio ad un teologo, ad un sacerdote ben istruito che indichi il sito giusto, dei manuali storici e una buona documentazione.

Il target della persona schiava del regime ideologico e del politicamente corretto, possiede la maggior parte delle seguenti caratteristiche: incline a pratiche orientali (quali yoga, meditazione, e altre pratiche che hanno come scopo la ricerca del piacere), ammirazione per le femen e femminismo (con tutte le conseguenze), favorevole alle unioni gay, anticlericale (con le tipiche accuse appunto: scarpe di Prada, anello del pescatore che sfamerebbe l'Africa, inquisizione, crociate, preti pedofili), è un'animalista sfegatato (ama il suo cane quanto il figlio), pro-choice (pro-aborto), crede alla possibile esistenza degli alieni, o misticismo/esoterismo con riferimenti egiziani (che vanno di moda), favorevole all'eutanasia, contraria al matrimonio e favorevole alla convivenza e divorzi (tranne per i gay che si amano e devono sposarsi anche in chiesa), favorevole alle adozioni di bambini da parte degli omosessuali, possiede una finta aria colta grazie a quei quattro articoli di dubbia provenienza cercati su google o wikipedia o peggio ancora alla visione del film Zeitgeist, possiede una grande ammirazione per Che Guevara (senza sapere che torturava e uccideva gli omosessuali e odiava i neri), contraria ai crocifissi nei luoghi pubblici e favorevole alle moschee, favorevole a gay pride, favorevole alla pornografia e al sesso libero, favorevole allo "sbattezzo" (purtroppo l'UAAR ha fatto colpo), ha letto quelle due stupidate di Odifreddi e company. Ma ti sei mai chiesto perché ogni accusa che senti è contro la Chiesa cattolica? Perché non contro la chiesa protestante? Inizia a renderti conto che c'è un vero e proprio accanimento mosso dai media, come spero hai potuto notare gli anni indietro con Benedetto XVI. Quest'ondata di maldicenze ha influenzato i cattolici stessi: si vedono sempre più catechisti e chi come loro contribuisce all'educazione morale cristiana dei piccoli, cedere e piegarsi alla propaganda del relativismo tipica del XXI secolo, che permette di scegliere autonomamente una fede "fai-da-te".

L'anello papale ha il valore di due fedi nuziali ed è lo stesso da secoli perché ogni volta viene fuso, la santa chiesa fa molto di più che vendere un semplice anello d'oro per il problema della povertà; la vicenda delle scarpe di Prada è stata superata grazie all'intervista del calzolaio del pontefice; l'accusa dei preti pedofili lascia il tempo che trova: la percentuale non arriva nemmeno all'1% rispetto alla pedofilia mondiale, che guarda caso trova ampio consenso nei partiti omosessuali tanto che in Olanda ci sono veri e propri partiti pro-pedofilia; se il clero fosse maschilista come potrebbe nominare Maria come madre della chiesa e di Dio?
Per quanto riguarda il discorso biblico c'è da fare una premessa. Dobbiamo addentrarci nella cristologia: nel periodo polemico dell'Illuminismo nasce il problema della storicità di Gesù. Questa fase, chiamata Old Quest, fu caratterizzata da innumerevoli tentativi di ricostruire un Gesù storico opposto al Cristo della fede. I vari autori, con le loro opere, tentano di smontare ogni tratto divino dipingendo Gesù come un semplice maestro di morale, o maestro della torah, un leader politico, un profeta, un predicatore, un taumaturgo.
Fortunatamente andando avanti con le fasi di ricerca storica, certi blocchi vengono superati. Il problema sorge quando la nostra epoca-post moderna eredita una sorta di razionalismo che si oppone ad ogni costo alla fede. Basti pensare alla filosofia del sospetto che grida continuamente ad un'idea di complotto: da qui la vena polemica alla religione e al dogmatismo. Le varie scoperte archeologiche, come i rotoli di Qumran, vengono strumentalizzate a fini propagandistici e anticristiani. I numerosi best-seller come il Codice da Vinci impazzano e vanno di moda, creando con precise strategie di marketing, un'aurea di sensazionalismo intorno al Gesù storico, insinuando la storia della moglie, dei fratelli e così via..
Se da una parte si tenta di screditare la Bibbia e Cristo, dall'altra l'idea che lui non fosse mai esistito, fortunatamente, è stata superata. Quindi caro lettore, armati di pazienza perché continuerai a leggerne delle belle sulla Chiesa, allo stesso tempo cerca di studiare e prendere in considerazione il giusto materiale di approfondimento per lottare contro la cattiva informazione che diffama il popolo di Dio.

"C'è una sola cosa che la Chiesa chiede con particolare chiarezza: la libertà di annunciare il Vangelo in modo integrale, anche quando si pone in contrasto con il mondo, anche quando va controcorrente, difendendo il tesoro di cui è solo custode, e i valori dei quali non dispone, ma che ha ricevuto e ai quali deve essere fedele".
(Papa Francesco)

 

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.


Rachele Bruschi

Sono una studentessa di Scienze Religiose ad Assisi. Faccio parte dell'associazione Casa del Cuore - Amici del Congo, siamo un gruppo di ragazzi che cerca di aiutare i bambini congolesi di Kingouè.

3 commenti

  • Simone
    Simone Venerdì, 11 Ottobre 2013 16:03 Link al commento

    Grosso modo è vero quanto dici sull'estremismo delle persone anticlericali: non devono fare di tutta erba un fascio.
    Però starei molto attento a rispondere a queste persone come se nella Chiesa non ci siano problemi dovuti a quella che definirei eccessiva secolarizzazione... Se non ci fossero, Papa Francesco stesso non avrebbe fatto del ritorno alla semplicità, alla povertà e all'essenzialità del vivere la fede uno dei fulcri fondamentali del suo apostolato.
    Insomma... Loro non devono essere politicamente bigotti, ma neppure noi dobbiamo essere negazionisti su quello che nella Chiesa non va.. E' giusto dire che qualche mela marcia non compromette il raccolto, ma non convincere che le mele marce in un raccolto non possono esistere, per quanto il Contadino, in cui tutti noi crediamo, cura così bene il suo meleto da rendere il numero delle mele marce il minore possibile.
    Un'altra cosa che non farei è quella di rispondere alle loro statistiche forzate con altre altrettanto forzate: non esistono infatti studi statistici, antropologici o scientifici, che avvalorino con certezza la tesi che la tendenza alla pedofilia è più marcata tra gli omosessuali.
    Trovo molto azzeccato invece il punto in cui dici: "...contraria al matrimonio e favorevole alla convivenza e divorzi (tranne per i gay che si amano e devono sposarsi anche in chiesa)"... Questo loro modo di comportarsi nei confronti del matrimonio è effettivamente molto paradossale... E hanno dei paradossi anche in altri ambiti della vità.

  • Rachele
    Rachele Venerdì, 11 Ottobre 2013 16:39 Link al commento

    Ovvio che le mele marce ci sono Simone, altrimenti nemmeno l'1% avrebbe senso, Pietro è stato scelto nonostante avesse rinnegato Cristo 3 volte! Comunque io non parlo proprio "del fare di tutta l'erba un fascio", ma anzi, dico proprio che la stampa è manipolata: lo vediamo in due modi diversi con Papa Benedetto e con Papa Francesco, l'articolo è rivolto a tutti quei cattolici che da anni vengono derisi per la cattiva informazione e propaganda anticlericale, che puntualmente viene smentita grazie a quei pochi siti cattolici affidabili. Per quanto riguarda la pedofilia e l'omosessualità, per quanto il mio possa essere un commento azzardato si basa su ricerche in ambito politico. Per quanto riguarda la povertà di cui Papa Francesco parla, facciamo attenzione, una chiesa povera non aiuta nessuno, quindi c'è da trovare il giusto contesto alle cose. Tant'è che San Francesco diceva "la povertà si ferma ai piedi dell'altare". Trovo invece importante parlare di numeri (anche se non l'ho riportato nell'articolo) con cui la chiesa, come primo ente di aiuti umanitari, si muove in circostanze di estremo bisogno.

  • Simone
    Simone Venerdì, 11 Ottobre 2013 16:56 Link al commento

    Il non fare di tutta erba un fascio era riferito proprio a quei detrattori che negli organi di stampa tendono a trasforare in ambito ecclesiatico quegli 1% in 100%, così volevo dire...




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?