banner header
Log in

Chiesa e giovani - 44

Come vorresti la Chiesa? Come la sogneresti?"

47) […] mi piacerebbe una chiesa che coinvolgesse di più i giovani, che ormai di questi tempi tendono a prendere brutte strade molto facilmente.. inoltre vorrei che la chiesa fosse un po’ più "umile", a volte... faccio un esempio terra terra: Papa Francesco mi piace molto, lo sento più vicino ai fedeli... già dal primo giorno, la sua scelta di indossare il crocifisso in legno e non d’oro (non so se si chiami e si dica così!); mi sembra molto alla mano e buono, molto umile e sincero, al contrario di altri che magari erano coperti di anelli dorati e poi invitavano ad essere altruisti verso persone meno fortunate o povere… Non vorrei offendere nessuno con le parole che ho detto, ma questo è il mio pensiero!

E’ inevitabile che la nostra forma “esterna” possa irrompere maggiormente ed esprimere di noi molto di più di quanto potremmo dire con le parole…

Specialmente come clero, la gente ci misura in maniera “letale”! Preti, vescovi e papa su tutti, si è ritenuti ancora modelli, guide, punto di riferimento per una buona parte di persone cristiane; e, forse, anche non cristiane.

Presentarsi con abiti firmati, auto assai appariscenti, tecnologie varie all'ultimo grido infatti, è un rischio grande, contraddittorio per chi ha scelto di essere annunciatore di un Gesù che, certamente, non metteva da parte i mezzi del suo tempo, ma non li esaltava, o non andava alla ricerca delle cose sopraffine.

Un conto è vedere un vescovo che in città si muove in metrò; un conto è vederne uno che, in campagna, si muove con qualche Mercedes o Volvo ultima serie, indubbiamente!

La testimonianza più grande ed autentica che si può offrire nasce dal come ci si pone, ci si presenta, alle persone; non mi stancherò mai di dirlo: dove c’è umanità le persone la respirano subito; dove non c’è, cercano qualche altro surrogato o passatempo!

I giovani, in modo del tutto particolare, in questo ambito, sono una spia meravigliosa! Non accettano né si lasciano ingannare da chi dice una cosa, ma si atteggia all’inverso, o comunque non con coerenza! Alcune critiche e constatazioni rivolte alla chiesa, nel suo ambito più generale, non ci possono lasciare indifferenti o sordi, suvvia! Anche perché, diceva qualche anno fa un certo Gesù… «chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna» (Mt 19,29).

Questa è l’immagine più chiara e comprensibile che ci è offerta: ciò che si “guadagna” con Gesù, batte tutto ciò che si lascia, ciò a cui non ci si affeziona, o ciò per cui… si arriva a vivere e trattenere senza alcuna rimostranza!

Forse faccio eccezione, io, per la statura… e le scarpe: trovare a “buon mercato” scarpe numero 51 e mezzo, e pantaloni lunghi, per me magro,… è assai un’impresa!

Mi auguro che il buon Dio… per questo mi faccia qualche sconto, Lui!!!

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMartedì, 03 Febbraio 2015 23:38
Don Federico Fabris

Sacerdote dal 2007, insegnante di religione nelle scuole medie di Padova.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?