banner header
Log in

Come stai?

ascoltare

Camminare per strada con un peso nell’anima e incrociare mille sguardi noti ma non conosciuti. Fretta, c’è troppa fretta.. e nessuno vuole.. nessuno ha il coraggio di fermarsi. Ecco di nuovo quella domanda: “ciao come stai?” capisco che anche questa volta è la solita.. ennesima frase di circostanza!

Cosa vuoi che ti dica? “bene! E tu?” e così si riparte velocemente ognuno a correre nel flipper della vita. Se sei di corsa non chiedere come stai a una persona!! Se non sei disposto ad ascoltare.. se non sei disposto a donare del tempo.. chiedi altro. Il fatto è proprio questo: “vogliamo ascoltare??”. C’è una profonda differenza tra ascoltare e sentire. Si può sentire la musica mentre si fanno i compiti o si può accendere la tv per non sentirci soli in casa. Quando saliamo in macchina automaticamente accendiamo la radio per sfuggire al silenzio e sentire qualcosa. L’ascolto è qualcosa di più bello! Ascoltare significa amare! Ti ascolto perché ti voglio bene e dedico del tempo a te. L’ascolto è qualcosa di attivo.. accogli dentro di te ciò che ti viene detto. Noi tutti abbiamo bisogno di persone che ci ascoltino che ci facciano sentire importanti. Il ragazzo che torna da scuola spera che le piccole cose che gli sono accadute siano importanti per qualcuno! Le conquiste di una giornata o le delusioni cercano mani aperte dove essere depositate e guardate con amore.. se questo non avviene il cuore si intristisce. Quando non troviamo qualcuno che è disposto ad ascoltarci il cuore deposita tutto in sé ma iniziamo a dare retta a una voce cattiva che ci dice: “nessuno ti vuole ascoltare” e poi “nessuno ti vuole ascoltare perché non vali niente.. sei noioso” e infine “nessuno ti ama”. Ecco tante persone vivono in sé questo dramma. Si corre ovunque e si finge di stare bene e alla domanda “come stai?” si risponde con la stessa velocità con cui viene posta. Mi spiego: se chi ti fa la domanda va di fretta chi risponde sarà finto e non si aprirà.. se invece chi fa la domanda fa comprendere che ha tempo.. probabilmente la persona si aprirà.

Anni fa facevo servizio in ospedale e ricordo un episodio bellissimo che mi fece commuovere! Una donna era ricoverata da tanto tempo in un reparto molto delicato e soffriva terribilmente la solitudine. I parenti venivano a trovarla ma come al solito si recitava la parte del “tutto andrà bene”. Quando una persona sta male di solito le si dice: “vedrai che fra poco uscirai (anche se sta per morire..) e altre frasi di circostanza”.

Giunto nella sua stanza ho preso una sedia e davanti a lei ho spento il cellulare, ho preso la sedia e mi sono messo a sedere. Mi sono presentato e guardandola le ho detto: “come stai?” lei è rimasta sbigottita! Con gli occhi mi chiedeva: “ti interessa veramente?” le dissi: “ti ascolto”. Beh parlò per un ora di seguito senza fermarsi!!!! Ogni tanto mi guardava per vedere se poteva continuare..

Dopo un’ora mi disse: “non ho più niente da dire!! Era felicissima!! Aveva gli occhi luminosissimi e mi ringraziò!! Dopo una settimana incontrai un’infermiera di quel reparto che mi chiese cosa le avessi detto per trasformarla così!! (i medicinali tra l’altro stavano agendo in maniera più efficace). Sinceramente le dissi che l’avevo semplicemente ascoltata!!

Non a caso il primo comandamento inizia così: “Ascolta Israele”.                                                               

Un abbraccio

 

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?