banner header
Log in

I frutti, le radici e l'acqua

alberoCari Amici,
vi racconterò una piccola storia e da essa trarrò dei suggerimenti per lo Spirito. Danilo aveva un orto bellissimo,
curato con attenzione.. ogni particolare non veniva tralasciato. Le pianticelle crescevano rigogliose e portavano bellissimi e gustosi frutti. Le piante infatti sentivano il bene del loro padrone. Al centro tuttavia vi era un albero molto grande di pesche che ogni anno faceva tantissime foglie ma non portava mai frutto. Danilo passando vicino all'albero, lo accarezzava ci parlava lo concimava, ma ogni anno la stessa storia: Niente! Danilo intuì che ci doveva essere qualche problema alle radici!! prese una vanga e iniziò a scavare vicino alle radici. Dopo lungo lavoro si accorse che l'albero aveva diretto le sue radici molto lontano e attingeva vita da una pozza di acqua avvelenata!! Danilo comprese che se l'acqua è avvelenata tutto l'albero ne risente, decise di prendere le radici e portarle verso l'acqua buona.. ma l'albero continuamente si dirigeva verso la pozza avvelenata. Danilo dovette arrendersi di fronte all'ostinazione del pesco e gli disse: fai come vuoi!! vivi senza frutti!
Dunque abbiamo:
1) Frutti
2) Radici
3) Acqua
1) Nella nostra vita dobbiamo essere onesti e chiederci: ci sono i frutti dello Spirito Santo? ovvero:amore, gioia, pace, longanimità, benignità, bontà, fede,mitezza, padronanza di sé (galati 5,22). Cioè anche se non li ho tutti, ho almeno uno? ho pace? gioia?benignità? ecc. se si..ringrazia Dio! se no o pochi dobbiamo riflettere insieme sul perchè non porti frutto.
2) Ogni persona è profondamente radicato in qualcosa o in qualcuno, ovvero su cosa ti appoggi? su cosa fai affidamento? detto in parole povere: CHI E' IL TUO DIO? se Gesù è il tuo Signore.. o vuoi che lo sia.. oggi prova a ridirlo: GESU' ti voglio come fondamento della mia vita!
3) Dire che Gesù è il centro della propria vita non basta, bisogna anche attingere dall'acqua pura, ovvero dai SACRAMENTI, se manca l'acqua pura l'albero rimane senza frutti. Ma a cosa attingi tu? da quant'è che non ti confessi? da quant'è che non fai la comunione? e togliendo per un'istante i sacramenti..da quant'è che non leggi il vangelo? che non ti fermi a pregare? non dirigere le tue radici verso l'acqua avvelenata del peccato.. staresti male.
Moltissime persone sono senza pace, in ansia, completamente schizzate! fermati! ri-centra la tua vita!
Qualcuno potrà dirmi: giusto ma io devo parmi portare l'acqua dai sacerdoti che sono peggio di me???
Il sacerdote è uno strumento, l'acqua pura passa attraverso lo strumento. Se un'innaffiatore è screpolato all'esterno (peccati del sacerdote) tuttavia tramite esso giunge la vita di Dio. Se sono assetato, quasi morto interiormente, non porto frutto, perdo vita.. mi faccio problemi perchè l'innaffiatore (sacerdote) è screpolato? ma che ti importa! tu vuoi l'acqua!! e quella è pura! Qualcuno mi dirà: ah ma io faccio da solo, prego in camera mia.. non ho bisogno dei sacerdoti! sbagli! sei troppo orgoglioso (non offenderti lo dico per il tuo bene).
Spero di esservi stato d'aiuto
Un abbraccio
Daniele
 
 
 
 

 

Ultima modifica ilLunedì, 08 Luglio 2013 08:36
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?