banner header
Log in

L'amore chiama amore

Carissima, la tua lettera mi è giunta come un dono bellissimo e inaspettato… le tue parole mi hanno riempito il cuore e mi hanno aperto gli occhi, troppo spesso ciechi alla grandezza del Suo Amore, che si manifesta nelle persone che ci mette accanto. Tu, per me, sei un dono di Dio.

E lo ringrazio per averti incontrata, e lo ringrazio per essersi in qualche modo “servito di me” per farti sentire che ti è vicino in ogni istante… e ringrazio te (tu, che ringrazi me) per quello che mi regali, perché hai voluto condividere con me la gioia della tua scoperta, che è scoperta di Lui, del Suo Amore per te, per tutte le creature, ma per ognuna in modo speciale! E non è un amore astratto! È un amore concreto, di un Dio che si è fatto uomo! La nostra fede fa il “salto di qualità” quando capiamo che essa non è un insieme di regole, ma è una Persona, Cristo, quel Cristo che ha dato la vita per me, per te, per noi.

Un amore così è proprio eccezionale, incredibile. Non ci sta nella nostra testolina, che vorrebbe calcolare tutto, il Suo amore come il nostro, la nostra risposta, il nostro “non essere all’altezza”. Noi facciamo i conti con la nostra fragilità, il nostro peccato, i nostri egoismi, e ci sembra impossibile che Lui possa amarci così. Ma Lui ci ama proprio così, con le nostre piccolezze e meschinità. E vuole aver bisogno di noi, così come siamo, ci chiede solo di amare a nostra volta, di tirar fuori senza paura la ricchezza che abbiamo dentro, nella certezza che “ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a Me”.

Perché hai paura a tirar fuori il meglio di te? Che cos’è che ti blocca? La fatica? Ma quella ci sarà sempre… Quando la stanchezza si fa sentire, quando ci troviamo sulle spalle un peso da portare, c’è sempre una vocina che ci dice “Ma chi te lo fa fare? Ma lascia perdere!”. Ma noi sappiamo che ne vale la pena.

Vale la pena amare, dare la vita per gli altri. Tu l’hai provato e lo provi ogni giorno, quando non ti accontenti di stare comoda, ma decidi di fare la tua parte perché questo mondo migliori, perché può migliorare. Io ci credo. Ci credi tu? Il mondo migliora partendo da noi stessi, quando scopriamo quello che hai scoperto tu: non possiamo essere felici da soli.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMercoledì, 26 Marzo 2014 00:42
Irene Tonolo

Sono insegnante di Religione nella scuola superiore, con una lunga esperienza nell'animazione dei giovani e giovanissimi, esperienza che ho tralasciato per dedicarmi alla famiglia (sono moglie e madre), ma che mi ha segnato profondamente e mi guida ancora oggi nel mio lavoro.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?