banner header
Log in

La Catapulta

catapulta

Cari Amici,

continua la descrizione della modalità d'amare. Utilizzo immagini guerresche anche se la finalità è descrivere l'amore e come metterlo in pratica.

Guardando alla catapulta mi sono ritrovato in una modalità d'amore pratico. La catapulta grazie ad un sistema meccanico accoglie su di se dei pesi che al momento opportuno vengono rilanciati ottenendo effetti devastanti per i nemici.

Vediamo cosa significa diventare Catapulta:

se ad esempio ti trovi ad una festa e vedi una persona a te molto cara e ti avvicini a lei e cerchi di parlargli ed essa non ti degna neanche di uno sguardo.. dentro di te accusi il colpo e senti come un macigno!!
Oppure se una persona ti scrive un sms dicendoti cose brutte, o se un collega parla male di te, o se una persona ti fa del male.. tu sempre senti sopra di te o dentro di te un macigno!!!!

Ora devi decidere se mandare tutti a quel paese.. o provare a fare la catapulta!! chi sceglie la seconda ipotesi pregherà Dio di dargli la forza di Amare, e quando finalmente non proverà più rancore per la persona che gli ha fatto del male rilancerà il macigno sotto forma di bene!!
Come?? Scrivendo un messaggio o telefonando o parlandole.. dicendo il suo bene o descrivendo le qualità positive dell'altro..

Questo se fatto con sincerità e con il cuore libero da rancore ottiene effetti incredibili!!!! Distrugge quasi sempre le roccaforti tra te e la persona in questione. Attenzione però, a volte serve mettere i paletti a chi ci fa del male. Quindi bisogna vedere in base al nostro cammino personale cosa sia meglio fare. A volte per la nostra dignità è meglio dire all'interessato di calmarsi e di non permettersi più. Amare il prossimo come se stessi, se non si ama se stessi è dura... 

Tuttavia se si riesce con la preghiera ad affidare il macigno a Dio e a rilanciare sottoforma di amore vedrete miracoli!!! sarete come Gesù in croce: Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno!!!!! (il centurione sotto la croce credette!)

Un abbraccio a tutti e buona lotta.

Ultima modifica ilVenerdì, 07 Giugno 2013 13:39
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.

Altro in questa categoria: « L'arciere nascosto Il fromboliere »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?