banner header
Log in

Maracanà o Maranathà?

esultare

Cari Amici,

oggi 30 giugno 2013 si disputeranno due finali importanti della Confederation Cup: Brasile-Spagna per il primo e secondo posto e Uruguay-Italia per il terzo e quarto posto. Ho preso spunto dal nome del bellissimo stadio Maracanà dove si svogle il torneo calcistico per fare un parallelo con un' altra parola ovvero: Maranathà-

Partiamo dal presupposto che anche io sono un tifoso..

e chi mi conosce lo sa :D Ogni volta che sono andato allo stadio sono rimasto senza parole, è qualcosa di veramente bello! l'attesa per la partita poi è favoloosa. Quando entrano i giocatori poi...

Finalmente quando la squadra del cuore segna esplode la gioia ed è qualcosa di grandioso! Ci si abbraccia anche tra persone che non si conosce!! Vedi negli occhi degli altri lo stupore.. la gioia, un pezzetto di felicità!

Purtroppo mentre si stà giocando questa bella competizione (Confederation Cup) moltissime persone stanno soffrendo a causa della povertà e non hanno più voglia di gridare: Maracanà!! Maracanà.. ma alzano gli occhi al cielo e gridano: Maranathà!! ovvero: Vieni Signore Gesù!!

Folle di persone schiacciate dall'ingiustizia riempiono gli spalti della vita e attendono che Colui che è Signore della Vita ritorni e porti finalmente giustizia. Se l'attesa di chi va alla partita è un'attesa leggera.. se pur con la tensione del pre-partita, la tensione di chi attende il ritorno di Gesù è carica di attese ma anche carica dei pesi e delle lacrime per le tante umiliazioni subite.

Quando oggi, o nelle prossime partite, (il calcio non finisce mai) la tua squadra segnerà.. e sarai felice.. ricorda che la felicità per il ritorno di Gesù sulla terra sarà proporzionale a quanto lo avrai amato, e a quanto lo avrai atteso. Non tutti saranno felici perchè saranno smascherati dai loro imbrogli..

Il giorno del ritorno di Gesù tutti i poveri, i malati, gli oppressi, e tutti coloro che amano il Signore esulteranno di una gioia indicibile!! come se la tua squadra del cuore avesse vinto la Champions.. ma che dico ancore di più!!!

Ecco per noi che siamo qui.. probabilmente è il tempo dei supplementari (per chi non conosce il calcio: manca poco alla fine della partita), prepariamoci e impariamo a dire: Maranathà!! Maranathà!! Uno stadio pieno di gioia ci attende in cielo! prepariamoci....

Un abbraccio forte

Daniele

 

Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?