banner header
Log in

Metti la frecciaaaa

C’è un momento in cui tutta la calma salta e un grido esce dalla bocca: “Metti la frecciaaaaa”. Lo so molti di voi aggiungono anche qualche altra espressione colorita ma il succo è lo stesso!! Qualcuno ti ha tagliato la strada.. ha cambiato direzione d’improvviso senza avvisare e hai rischiato l’incidente. Dopo diverse volte in cui ho rischiato l’impatto ho deciso di riflettere su questo fatto e presentarvi alcune “intuizioni”.

Viviamo in una società dove non si avverte quasi più il peso delle scelte. Moltissime persone seguono una direzione fintanto che questa è di loro gradimento. Nel momento in cui una nuova proposta è più allettante ci si getta immediatamente senza avvisare, senza pensare ai danni di chi sta dietro. La freccia serve per avvisare chi sta dietro di noi di un cambio di direzione. Ecco, è significativo che moltissime persone non mettono più la freccia.. perché? perché non sono interessati a cosa possa accadere agli altri!!

L’importante è cambiare corsia.. l’importante è cogliere quell’occasione importante per la Mia vita!!!

In ambito famigliare:

Purtroppo mi ritrovo ad ascoltare storie tristissime dove uomini saltano da una donna all’altra e senza tener conto della sofferenza di chi sta dietro: “i bambini”. La stessa cosa avviene per le donne..

“Il bambino capirà..” oppure “mi sono sacrificato tanto.. ora è il mio turno di vivere”

Se un camion cambia strada senza avvisare e io sono dietro con un’utilitaria? Chi si fa più male?? Io.. perché sono più piccolo! Ecco nei cambi di strada dei grandi chi soffre sono i “piccoli” e non si può far altrimenti.

Le tue scelte affettive non ponderate.. rischiano di lasciare ferite enormi nella vita di chi ti segue! Pensaci..

In ambito economico:

Vieni a sapere che c’è una scappatoia per pagare meno tasse o non pagarle affatto.. e puff! Ti ci getti dentro.. senza pensare al fatto che se non paghi sei un ladro e che altri pagheranno al tuo posto! Non solo, ciò che non hai dato verrà sopportato dai giusti e qualcuno potrebbe soccombere anche per colpa tua! Se sei ladro (non paghi le tasse) sei anche omicida dei fratelli!! Se 1000 persone spingono un macigno gigante (le tasse) se tu ti togli.. sono in 999 e questo vuol dire che dovranno soffrire di più loro.

In ambito lavorativo:

Hai sentito che un tuo parente ti può far avere un lavoro anche se non avresti diritto.. e chiami tutto questo “fortuna” o “provvidenza divina”. No. Sii sincero! Tu sei un “usurpatore” perché tramite una raccomandazione schiacci i poveri giusti che gridano di fronte a Dio!!

Se sei un dipendente e durante le ore di lavoro fai altro (ma non 5 minuti, per tanto tempo) tu stai rubando!! Stai ricevendo denaro ingiustamente e stai contribuendo all’ingiustizia e al fatto che altri verranno schiacciati per il tuo essere ladro! Se un’azienda ha un operaio che si nasconde e non lavora o un dirigente che passa le giornate a giocare al pc, quest’azienda perderà competitività e su chi ricadrà tutto questo? Sui “piccoli” e giusti dell’azienda che in caso di crisi verranno licenziati! Pensaci mentre passi le tue ore lavorative a fare altro. Il tuo rubare ricadrà sui “piccoli” che verranno licenziati.

Se sei un datore di lavoro e ti accorgi che puoi approfittarne della crisi tenendo per il collo i tuoi dipendenti, sottopagandoli e minacciandoli sempre di licenziarli. Sappi che tutto il denaro che accumuli con l’ingiustizia è sterco, e dovrai renderne conto a Dio se non ti penti.

Questo mondo è pieno di furbi o presunti tali che mentre attendi in colonna per entrare o uscire dall’autostrada provano all’ultimo minuto di inserirsi! Questi “furbi” vivono sulla pelle dei giusti e Dio non sta fermo.. ma “le mie lacrime nell’otre tuo raccogli” dice un salmo, ovvero Dio raccoglie tutte le lacrime dei giusti e se chi fa il male non si pente dovrà renderne conto. Se questo articolo ti ha mosso al pentimento va presto a confessarti e chiedi umilmente perdono per tutto il male che hai fatto.

Gesù misericordioso ti attende.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMartedì, 29 Aprile 2014 23:40
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?