banner header
Log in

Piacere, sono Gesù! - 2

Ascoltando il Maestro

Scrivevo nella prima parte che Dio non violenta la libertà dell'uomo e da dei segni che possono essere interpretati in vari modi. Per comprendere com'è possibile incontrare Gesù racconterò un episodio a me successo e da esso proverò a trarne delle informazioni preziose per tutti.

Nell'estate 2001 giunsi ad Assisi per una semplice

vacanza di relax, ero praticante in Chiesa ma non molto credente. Una mattina con i miei amici giungemmo al santuario di San Damiano (dove il crocifisso parlò a San Francesco) e ricordo che su suggerimento di Marco V. ci avvicinammo a un gruppo numerosissimo di giovani che stavano ascoltando un frate. Vagamente ricordo le parole ma certo è che parlava del tema dell'amicizia. Stavo seduto in fondo, ascoltavo attentamente e ad un certo punto il frate disse: "Tu ce l'hai un amico che non ti lascia mai solo e da la vita per te???" Mentre domandava guardava intorno, in attesa di qualche risposta, ma tutti scuotendo la testa negavano di avere un amicizia così importante. All'epoca avevo 21 anni e dentro di me è scattato subito un: "MAGARI!!".

Il frate mi guardò e mi disse: "Tu ce l'hai!!!!" dentro di me: "E chi è????" e il frate mi disse allargando le braccia a forma di croce: "E' Gesù Cristo che è morto per te!!!"

In quel momento il mio cuore ebbe un sussulto, dentro di me accadde un'evidenza difficile da spiegare. Tornai a casa felicissimo, iniziai a leggere il Vangelo più volte e mentre lo leggevo lo assorbivo dentro di me, lo capivo e sentivo che Gesù mi stava parlando tramite quelle parole scritte.

Ecco, questa è una testimonianza. Vediamo alcuni punti utili per tutti:

  • Gesù quasi sempre, ci viene incontro tramite persone concrete!! 
  • Ti parla con un linguaggio a te molto caro (a me tramite l'amicizia) 
  • Quando lo incontri, te ne accorgi! La tua esistenza viene rinnovata! 
  • L'incontro con Lui ti porta a cercarlo ancora.

Nella prossima parte spiegherò DOVE incontrarlo.

Ultima modifica ilVenerdì, 03 Maggio 2013 00:37
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.

2 commenti

  • Agostino
    Agostino Lunedì, 13 Maggio 2013 16:36 Link al commento

    Dany, grazie di cuore per la tua testimonianza così intima e bella... Mi viene da dire c'è da dire che per incontrare il Maestro c'è bisogno di un desiderio vero e sincero dell'anima, un desiderio che sa di eterno e questo ci rimanda forse ad una responsabilità personale di ricerca, non tanto di Gesù direttamente ma quantomeno di ricerca di senso della vita... Dico questo perché chi legge la tua testimonianza e non cerca può dire semplicemente che sei una persona che si è lasciata influenzare, un sognatore, un credulone... Il Maestro però è sempre li che ci aspetta per darci una vita più bella, che uno ci crede o no... E tu che leggi che stai cercando?

  • Daniele
    Daniele Lunedì, 13 Maggio 2013 16:42 Link al commento

    Si, hai ragione!! chi legge può pensare proprio questo! Ed è giusto che sia così.. rientra nella logica del segno, che non costringe ma invita a credere :lol:




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?