banner header
Log in

Siate santi

Signore, come puoi chiederci: "Siate santi"??

È qualcosa troppo al di fuori della nostra portata. Essere santi come Tu sei santo, essere perfetti come Tu sei perfetto. Ci fa sentire inadeguati, o peggio, in colpa.

Noi conosciamo bene le nostre meschinità e debolezze, conosciamo i nostri errori, il nostro peccato. Ci sforziamo di essere come Te, di assomigliare al Tuo Figlio Gesù, ma falliamo! Una vita spesa a cercare di imitarti non può che risolversi in un fallimento continuo! E se anche dovessimo riuscire ad assomigliarti un po, ecco che facilmente peccheremmo di superbia. E saremmo punto e a capo.

Se poi guardiamo ai santi che sono sugli altari, ci sembrano così irraggiungibili! Grandi mistici, grandi asceti, grandi fondatori di ordini religiosi, grandi studiosi... tutti troppo grandi, tutti troppo lontani.

Alcuni poi, diciamoci la verità, non ci ispirano neanche grande simpatia. Sanno, come si dice, di "sagrestia". Di cose vecchie e ammuffite. Perdona la schiettezza.

Ma poi ci cade lo sguardo su due fratelli. Uno lo dice esplicitamente: "La mia persona conta niente: è un fratello che parla a voi, un fratello divenuto padre per volontà di Nostro Signore". L'altro si presenta con una tale umiltà che subito ci conquista: "Se mi sbaglio, mi corriggerete".

Vogliamo carpire il loro segreto, Signore.

Guardiamo le loro scelte, i loro passi, i loro gesti, ascoltiamo le loro parole. Cogliamo quella semplicità, quell'immediatezza, quella bellezza racchiusa nei segni, che ci parla di Te, del Tuo amore di Padre. E ci accorgiamo che, in fondo, essi hanno solo messo tutto nelle Tue mani. Si sono lasciati amare da Te, "lavorare" da Te, accompagnare da Te. Hanno lasciato parlare Te, hanno lasciato agire Te, così che chi incontrasse loro, non potesse non pensare a Te, a un Padre amoroso che ha cura dei suoi figli, uno per uno.

Allora comprendiamo che la santità è cosa per tutti, perché tutti possono lasciarsi amare.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilDomenica, 27 Aprile 2014 16:10
Irene Tonolo

Sono insegnante di Religione nella scuola superiore, con una lunga esperienza nell'animazione dei giovani e giovanissimi, esperienza che ho tralasciato per dedicarmi alla famiglia (sono moglie e madre), ma che mi ha segnato profondamente e mi guida ancora oggi nel mio lavoro.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?