banner header
Log in

Il Natale cristiano

Maria e Giuseppe bussarono all’ennesima locanda chiedendo ospitalità per la notte. Ancora un rifiuto..! Non c’è posto per te Gesù bambino. Ancora non sei nato e già sei rifiutato! Oggi come ben sai sei stato spodestato da un pancione rosso vestito chiamato “babbo Natale”, da un festeggiare il vuoto.. il niente..

Un compleanno particolare

Una tenerissima mamma decise di organizzare una mega festa per il suo piccolo figlio che all’indomani avrebbe compiuto gli anni. Desiderosa di regalare un magico momento preparò con tanta passione e pazienza un dolce. Decise di invitare tante persone utilizzando i social network: Facebook, Twitter, Instagram e WhatsApp. In poco tempo l’invito era arrivato a tantissime persone!! Il marito nonché papà del bambino andò su tutte le furie in quanto lo spazio in casa non era sufficiente...

Questo Dio mai stanco di far festa

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Matteo 22,1-14

1 Gesù riprese a parlare loro con parabole e disse: 2"Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. 3Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire. 4Mandò di nuovo altri servi con quest'ordine: "Dite agli invitati: Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!". 5Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; 6altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. 7Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro città. 8Poi disse ai suoi servi: "La festa di nozze è pronta, ma gli invitati non erano degni; 9andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze". 10Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riempì di commensali. 11Il re entrò per vedere i commensali e lì scorse un uomo che non indossava l'abito nuziale. 12Gli disse: "Amico, come mai sei entrato qui senza l'abito nuziale?". Quello ammutolì. 13Allora il re ordinò ai servi: "Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti". 14Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti".

Chiesa e giovani - 27

Come vorresti la Chiesa? Come la sogneresti?"

31) La domanda, metaforicamente parlando, parla della persona che gestisce la chiesa, e tale è come loro la vogliono! Vorrei una chiesa accogliente, dove i comandamenti di Gesù siano il suo principio, il principio di carità, di amore, dove io o qualsiasi essere vivente possa essere accettato come è veramente, senza pregiudizi, senza codice, senza regole! Io ladro, io assassino, io povero, io lesbica, io gay... io non accetto una società limitata da giudice e regole che soffocano tutti coloro che vogliono essere liberi! La chiesa è come una seconda casa, là dove io provo a trovare il mio io, dove le mie lacrime sono accolte e il mio essere amato! La chiesa dove i soldi non dovrebbero esistere, perché a cosa servono i solidi? Per parlare o esprimere la Parola di Dio non c’è bisogno di soldi! Per amare non c’è bisogno di essere pagato, l'amore viene dall'anima! Una chiesa umile di cuore e di anima! Una chiesa allegra, una chiesa che balla, che sogna... La chiesa di oggi ha cambiato tanto, i giovani si nascondono, i bambini ridono, perché sentire Dio è cosi noioso? Dio è allegro, Dio è un amico che a noi fa ridere...ridere di felicita perché la vita è magnifica.

Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?