banner header
Log in

Vita da Salmone

atlantic salmon 480Cari Amici,
molte volte desideriamo raggiungere la pace, una tranquillità che duri per tutta la vita, contrarietà assenti e uno sciame di applausi e piaceri che costeggi la nostra esistenza. La vita dell’uomo non potrà mai essere esente da sofferenze e contrarietà, a maggior ragione il cristiano! Per paragonare a cosa è chiamato a vivere il cristiano userò l’immagine del salmone.
Il salmone è un pesce pregiatissimo che affronta contro corrente i fiumi e i torrenti per poter deporre le uova e continuare così la specie. Nella sua risalita affronta diversi pericoli quali i pescatori e il classico orso che attende il fatidico salto della cascatella per cacciare.
Abbiamo quindi:
1) Il salmone
2) Il torrente
3) Il pescatore
4) L’orso
Dunque iniziamo subito: il salmone è il cristiano che cerca di vivere secondo il Vangelo, amando, lottando contro le difficoltà della vita e passando le diverse fasi della vita. Il salmone è un pesce pregiato, anche il cristiano.. passando di prova in prova, diventa uomo dal cuore tenero, amante di Dio e degli uomini. Il salmone ogni giorno ha la tentazione di seguire la corrente del torrente ovvero ciò che si può chiamare “mentalità del mondo” che lo spingerebbe via dalla sua meta. Il cristiano deve lottare contro una mentalità che è terribile.. una mentalità che confonde il piacere con la verità. Per andare contro corrente il salmone-cristiano deve fare affidamento alle sue forze e soprattutto all’aiuto di Dio.
Capisci subito che se devi andare contro corrente sarà molto difficile che nessuno ti dia fastidio! Anzi se nessuno ti dice mai niente per il tuo essere cristiano.. preoccupati! Vuol dire che stai andando a favore del “mondo”, ti stai dirigendo verso il mare, verso l’acqua di porto, tra gli scarichi e le immondizie. Il salmone ha inoltre un terribile nemico: il pescatore!
Il pescatore rappresenta Satana che usa tutte le esche possibili per prenderti al laccio! Satana conosce bene ogni cristiano, lo studia attentamente, lo scruta con pazienza e decide al momento opportuno quale esca proporti. Logicamente l’esca agli occhi del salmone appare molto buona.. ed è proprio questo il pericolo. Il meccanismo utilizzato dal pescatore (Satana), tramite un’esca è chiamato: Tentazione. Scopo finale di Satana è quello di far cadere il cristiano nel peccato e legarlo così a se con un laccio. Il salmone una volta preso all’amo deve subito ricorrere alla Misericordia di Dio (confessione), facendo così potrà liberarsi.
Il pericolo per il salmone è quello di lasciar passare troppo tempo e accumulare ami in bocca fili che lo attorcigliano. Ricordo che la tentazione non è peccato, come il pesce che sta guardando l’esca.. ancora non l’ha mangiata!
Il salmone ovvero il cristiano ha un inclinazione a gettarsi nei guai.. ovvero tra le zampe dell’orso, questa inclinazione è chiamata : concupiscenza! La concupiscenza non è peccato, bensì è inclinazione al peccato (CCC 405). Tale concupiscenza non si toglie con il battesimo, essa ci viene lasciata per la lotta (l’agone). Insomma è difficile immaginare per il salmone una vita “tranquilla”, senza turbamenti.
Riepilogando sono 3 i nemici del cristiano-salmone:
1) Il mondo
2) Satana
3) Se stessi con la concupiscenza
 
Buona vita e buona nuotata tra le chiare e fresche acque, cari salmoni!!
Ultima modifica ilMercoledì, 07 Agosto 2013 10:53
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.

4 commenti

  • Simone
    Simone Mercoledì, 07 Agosto 2013 15:05 Link al commento

    Mi piace quando dici:

    [quote]Capisci subito che se devi andare contro corrente sarà molto difficile che nessuno ti dia fastidio! Anzi se nessuno ti dice mai niente per il tuo essere cristiano.. preoccupati! Vuol dire che stai andando a favore del “mondo” [..][/quote]

    Mi fa sentire meno "Pesce fuor d'acqua"... Tanto per proseguire con la metafora.

  • Francesca M.
    Francesca M. Giovedì, 08 Agosto 2013 15:53 Link al commento

    Metafora davvero calzante!
    Mi è piaciuto il passaggio dove fai presente che il cristiano deve lottare contro la mentalità del mondo, che confonde il piacere con la verità. Mi sembra una mentalità abbastanza 'tosta' per il cristiano, perché proprio nel quotidiano sperimento quanto sia necessario e perché no, arduo, andare (o almeno provare) contro corrente! ;-)

  • Daniele
    Daniele Giovedì, 08 Agosto 2013 16:53 Link al commento

    Anche se andare contro corrente è faticoso, la cosa bella è che ci sono molti salmoni! :-)

  • Daniele
    Daniele Giovedì, 08 Agosto 2013 16:55 Link al commento

    Se non abbiamo mai nessuna contrarietà dagli altri, per il nostro pensare cristiano... non siamo cristiani ma fingiamo e utilizziamo il cristianesimo solo per ciò che ci serve. Perciò, continua così :lol: ciaooooooo




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?