banner header
Log in

Fiumi di parole...

Gli uomini risponderanno d'ogni parola inutile...

Matteo 12, 36

Gli uomini risponderanno d'ogni parola inutile.
bla-bla-bla

Cos'è la parola? Un pensiero che si veste di suoni. E l'idea che scende dal mondo dello spirito in quello della materia. Qui diventa sonora, policroma, palpabile. Poi, se un uomo la riceve e la comunica ad un altro, si spoglia del suo involucro sensibile e risale come effetti di azioni umane. La parola nasce nel silenzio e nell'intimità dello spirito, si muove indossando gli abiti del mondo fisico e termina di nuovo nella interiorità e nel silenzio. Chi non pensa, non ha nulla da dire. Chi non medita nel silenzio, non può dare un contenuto alla sua parola. Chi non sa tacere, dunque, non sa parlare.

 La parola vuota non è parola.. come un guscio vuoto, non è un frutto. E come tu rifiuti un guscio vuoto, così va rifiutata la parola inutile. 

 La parola è il messaggio di un'anima a un'altra, è una intuizione che condivide, comunicando, "verità" e "amore".

Quando possiedi verità e amore, parla, non tacere!! Se invece la tua parola reca il vero ma offende, taci, perché essa sarebbe veicolo del vero e non dell'amore. E se la tua parola dice amore ma non è sincero, taci, perché sarebbe allora veicolo di menzogna e non di verità. La parola non è tua, ti è stata data per comunicare. Non ogni pensiero va comunicato, ma solo quello che accresce la verità senza offesa, e quello che accresce l'amore senza inganno. E la libertà di parola? Non esiste, se non per ciò che può migliorare gli uomini, non corromperli. Come non esiste libertà per il malvivente, così non deve esistere per il corruttore, « perché uccide più gente la lingua che la spada».
La falsità dunque è un reato, la calunnia è delitto, le parole vane nello spettacolo, nella stampa è delitto. Chi ti dà il diritto di gettare in pasto al pubblico tutte le "immondizie" della tua mente e del tuo cuore?
Perché premiare o avallare progetti di autori che avvelenano la gioventù e corrompono la società! Ma gli uomini si guardano più dai funghi velenosi che non dalla stampa velenosa, dimenticando che se con quelli può morire un individuo, con questa si confondono i popoli !!
Enorme dunque la responsabilità della tua parola! Se inutile, è un abuso; se falsa, è illecita; se dannosa, è un crimine.
Ti pentirai più spesso di aver parlato, che non di aver taciuto. Prima di parlare, sei ancora tu padrone della parola; ma dopo, la parola è padrona di te: dalle tue parole sarai giudicato

Ultima modifica ilLunedì, 16 Settembre 2013 15:20
  • Citazione: Mt 12,36
Giovanni Isidori

Studente di Sacra Teologia all'Istituto Teologico di Assisi.

Ausiliario alla Sicurezza presso la Basilica di San Pietro in Vaticano.

Cantore nel coro-guida "Mater Ecclesiae", coro gregoriano di risposta nelle celebrazioni presiedute dal Sommo Pontefice.

Sito web: https://www.facebook.com/giovanni.isidori



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?