banner header
Log in

Diventare Gesù

Gesù

Avere lo Spirito del Signore

Catechismo Chiesa Cattolica e Sacra Scrittura

Il cristianesimo è qualcosa di incredibilmente bello e porta in sé tesori che purtroppo sono poco conosciuti. Il mio obiettivo in questo articolo è sconvolgervi la vita in senso positivo!! Partirò da alcune affermazioni e arriverò a delle conclusioni, farò degli esempi e vedremo le implicazioni nella vostra vita (se vorrete...).

Affermazione:

1) con il battesimo le persone ricevono lo Spirito Santo di Gesù Risorto che è anche lo Spirito del Figlio.
2) Questo Spirito Santo ha un obiettivo specifico: “Trasformarti in Gesù!!” ovvero nel Figlio.

Conclusioni:

  1. Dal battesimo la persona diventa Figlio di Dio perché ha in sé lo Spirito del Figlio!
  2. Questo diventare Figlio (e crederci e viverlo) fa entrare il credente in una relazione speciale con Dio il quale viene avvertito e pregato come Padre!!
  3. Quanto più il credente si sente Figlio tanto più avverte gli altri come fratelli e sorelle.
  4. Quando il punto 2 e 3 si realizzano allora anche la natura diviene Fratello e Sorella.

Lasciando spazio in noi allo Spirito Santo di Gesù Risorto questi ci trasforma in Gesù e sempre in più nascono i sentimenti del Cristo e le nostre scelte ed emozioni diventeranno le Sue. Attenzione però: la nostra libertà non verrà mai tolta!!

Si parla di Cristimitazione quando il credente leggendo ciò che ha fatto il Cristo ne imita la vita.

Si parla di Cristificazione quando il credente si lascia trasformare in un altro Gesù Cristo! Chi compie questo? Lo Spirito Santo di Gesù risorto che avete ricevuto al battesimo.

Vediamo alcuni esempi pratici:

Santo Stefano primo martire (At 7, 59-60)

Morendo Stefano disse: “Signore Gesù accogli il mio spirito” e “Signore, non imputare loro questo peccato”. Qui Stefano morendo ripete in modo molto simile le parole di Gesù in croce!!!

Gli apostoli altri Cristo (Atti)

Nel libro degli  Atti degli apostoli leggiamo che gli apostoli dopo aver ricevuto lo Spirito Santo annunciano con coraggio il Vangelo, compiono miracoli incredibili e scacciano i demoni! Compiono le stesse opere di Gesù Cristo.

San Paolo (Gal 2,20)

"Sono stato crocifisso con Cristo e non sono più io che vivo ma Cristo vive in me. Questa vita che vivo nella carne io la vivo nella fede del Figlio di Dio che mi ha amato e  ha dato se stesso per me”

San Paolo (Rm 8,15)

“E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: “Abbà! Padre!””

Un santo speciale (San Francesco d’Assisi)

Francesco ricevendo il battesimo divenne Figlio di Dio e dopo una giovinezza passata alla ricerca della gloria si converte e inizia a lasciar agire in lui lo Spirito Santo di Gesù Risorto. Facendo così Francesco si sente sempre più Figlio di Dio e avverte Dio come Padre arrivando a spogliarsi in piazza di Assisi di ogni bene affidandosi al Padre celeste. Francesco diventando sempre più Figlio avverte intorno a sé le persone come fratelli e sorelle e anche il creato diviene “familiare”. Lo Spirito Santo di Gesù risorto in Francesco trovò la possibilità di compiere la sua missione fino al punto che chi incontrava questo uomo intravedeva in Cristo! Francesco infatti veniva visto come “altro Cristo”! Dio volle confermare tutto questo donando le stimmate a Francesco!!! Chi lo vedeva poteva incontrare un povero uomo con i suoi difetti ma anche con la bellezza del suo “si” a Dio che lo aveva portato ad essere un “altro Cristo”, riconciliato con i fratelli e la natura. Gli animali si avvicinavano a Francesco perché lo avvertivano pacificato con Dio e gli uomini, lo avvertivano Fratello.

Per noi oggi:

Dal battesimo anche tu hai lo Spirito Santo di Gesù risorto che è dentro di te e vuole farti dire: “Abbà Padre”, vuole cioè farti entrare nel rapporto d’amore con Dio Padre, trasformarti in Gesù (il Figlio) e farti riconciliare con i fratelli e il mondo! La santità non è questione di quante cose fai ma del fatto che lasci agire o meno lo Spirito Santo che hai già in te! Il peccato pone limiti allo Spirito e ne scaturiscono i frutti della carne: “fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordie, gelosia, dissensi, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere”  mentre i frutti dello Spirito: “amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé” (Galati 5, 19-23). Anche tu oggi puoi scegliere se vivere seguendo Dio o le tue passioni, questo porterà in te dei frutti. Specchiati nei frutti appena citati e scopri se stai seguendo la carne o lo Spirito! Se stai seguendo la carne, confessati, torna al Padre e lascia che lo Spirito di Gesù parli in te e gridi: “Abbà Padre ti voglio bene”.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMercoledì, 22 Gennaio 2014 00:13
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?