banner header
Log in

Tu???

gesù

Anni passati nel nascondimento ascoltando il silenzio, guardando le stelle, ammirando i fiori e soprattutto parlare, incontrare, raccogliere le storie intorno a sé.

La mattina la fedeltà del lavoro manuale, il sudore che riga la fronte e l’odore del legno che riempie le giornate. Il respiro che si alterna al silenzio profondo di chi vede un pezzo di legno e già riesce a vederne il capolavoro.. il dono dell’artista.. del profeta! Quanti sorrisini e battute su quella nascita: “nato dallo Spirito Santo??” e quante carezze affettuose da quella mamma così tenera: Maria! Le tasse così pesanti da pagare, il popolo che cerca di lottare per la libertà e tutte le differenze tra le varie fazioni.

La gente vuole soluzioni ai loro problemi, vuole qualcuno che dia del lavoro, da mangiare, che doni la libertà dall’oppressione romana e dalle tasse! La gente vuole la gloria di un regno, vuole un condottiero..

Un giorno, lui.. con occhi luminosi e sorriso bellissimo iniziò a parlare in un modo che nessuno si aspettava, con una sapienza incredibile interpretava la Torah e senza timore presentava una via bellissima: quella dell’amore. La sue parole di fuoco bruciavano gli idoli nei cuori ma alcuni iniziarono a trattarlo in modo ostile!! Cosa vuoi da noi? Gesù.. il falegname di Nazareth! Conosciamo il tuo passato! Sappiamo bene che hai trascorso gli anni a lavorare e non a studiare la Torah!

Tu?? Che vieni a parlare di Dio a me?

Essi erano scandalizzati da Gesù..

Oggi noi ci comportiamo come le persone che si scandalizzarono di Gesù quando i nostri pregiudizi bloccano l’azione di Dio. Chi ti dice che Gesù ti parlerà solo tramite il “grande predicatore” o tramite la “bella messa con tante emozioni”? Gesù usa i strumenti che vuole e fa attenzione a non partire con il pregiudizio del dire: “questa cosa già la conosco..” il pericolo più grande per un cristiano è quello di smettere di volersi convertire e mettersi in ricerca della parola e azione di Dio durante la giornata.

Quando ci crediamo credenti rischiamo di non cercare più Gesù, ormai crediamo di possederlo e questo è sbagliato. Quando ti si presenta una persona devi pensare che tramite quel fratello potrebbe passare Gesù, anche se tu a prima vista non gli daresti un soldo! Non a caso Gesù si identifica con i poveri, malati, carcerati..

Quanti preti, frati, suore, vescovi, padri di famiglia, catechisti hanno smesso di cercare Gesù.. quanti sguardi spenti e quanti professionisti della fede! Chiunque tu sia ti prego cerca nella tua giornata la presenza di Gesù e lui si farà trovare! Non credere mai di essere arrivato.. ricorda sempre di essere in cammino e soprattutto fratello mio, ricorda che tutti ma proprio tutti sono tuoi fratelli e ma poi mai devi sentirti superiore a qualcuno perché se lo farai perderai la posizione più bella:

Quella di chi ama, quella di chi lava i piedi!!

Un abbraccio

 

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.

Altro in questa categoria: « L'Accettazione Dove Dio ti ha messo »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?