banner header
Log in

Essere con te

Non è come scrivere una poesia, dove puoi mettere tutto in rima, non è come sottolineare con l’evidenziatore ogni parola di un libro, ma è conoscere, quello che sono io dentro!

E se adesso tu mi guardi, mi osservi i piedi, tu vedi quanta strada ho percorso, e con il tuo cuore fai scivolare la stanchezza oltre le mie spalle e così mi ritrovo come una pagina nel vento.

Mi sento bambina dentro e questo mi fa prendere un strumento, iniziare a strimpellare una nota, una nota dopo l’altra, mi sento bambina e anche adesso, io mi metterei a disegnare un mondo migliore, con i colori più belli.

Ti chiedo di non andare via dalla mia strada, ti chiedo di essermi accanto e di non stancarti di me, anche se a volte non ho parole, ma sai che il silenzio può darti tutto il mio cuore.

Ho accolto proprio oggi, un senso in più nel mio cammino, forse perché sono rimasta davanti all'Amore più tempo e quello che ho potuto percepire, erano quelle candide gocce del mio volto che bagnavano le mie mani, soltanto perché stavo ringraziando il Signore.

Che via, che storia è la mia vita?

Non saprei descriverla con un suono soltanto, ma con più suoni, e adesso, sì adesso, fermati qui, prendi la mia mano e stringila forte, perché voglio portarti nella gioia.

Un mattino mi sono svegliata e mi sono accorta che non c’erano le forze, le forze per esprimere una pace, un mattino avrei voluto correre verso le porte e bussare, per chiedere una spinta alla mia voce.

E così, cosa è venuto fuori?

Solo una carezza, che è rimasta nel volto, e mi sono chiesta il motivo della sua consistenza, della sua provenienza, della sua efficacia sulle mie piaghe, e così ho detto che potevo continuare a camminare grazie a lei.

Era soltanto l’Amore che come sempre, ha rimesso la mia vita nella giostra per muoverla, era ed è soltanto il continuo di un respiro, che a volte diventa affanno, soltanto perché continuo a dire alla mia anima che salgo.

Eppure, eppure tutto è collocato nell'altezza come il mio sguardo, eppure tutto è capire che non bisogna mai smettere di tremare, per essere di nuovo rassicurati, perché siamo creature che camminano in questa terra, per dire che è bello essere accanto a chi non ha smesso di credere, che un giorno tu saresti stata felice!

Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?