banner header
Log in

Ho fatto un sogno

sognoCi sono e ci saranno sempre i tempi dell’attesa e della condivisione, ci sono e ci saranno sempre i cari sguardi di chi ha vissuto nelle parole, nelle righe, nelle gioie più vere.

Mentre adesso metto tutto nelle Mani di Dio, io dico al cielo che ho fatto un sogno, io dico al cielo che stamattina, mi sono svegliata, e avevo nella mente, quei frammenti d’immagini costanti, quelle sensazioni, ancora su di me.

Ma cosa avevo sognato?

Ecco io lo descrivo nei suoi dettagli:

“Un prato verde, un vento che accarezzava ogni cosa, come se fosse un gesto di affetto che veniva dall’Alto, io mi sono trovata lì nel mezzo, vestita di bianco, intorno a me c’erano i bambini attaccati alle mie mani e d’un tratto abbiamo formato un cerchio, e i nostri passi si muovevano con armonia, con armonia.

Poi mi sono ritrovata in mezzo alla cara natura, io e lei soltanto, ed ho avvertito una sensazione di completezza, mi sono voltata e ho aperto le braccia e quelle lacrime che sono volute scendere dagli occhi hanno solo confermato l’amore, l’amore per il creato.

Ho corso, ho corso con la velocità di un corridore, ho corso e mi sono vista appoggiare sulle mani pagine di vita da scoprire, mi sono vista correre ancora, ancora, ancora fino a quel nastro che ho toccato con il cuore, con il cuore.

Ero arrivata alla meta, ero arrivata alla meta e quelle note, quella musica non avevo trascurato, ma era con me, con me, per sottolineare, che avevo raggiunto il Centro, e così ogni brivido che scolpiva le mie spalle era una risposta alla vita vissuta nella pace.

Avevo unito tutto di me, a quel cordone ombelicale, avevo unito tutto di me a quella Pianificazione, e quel grano che intravedevo era il riflesso della mia veste davanti alla Vita.

Sono stata lì e le mie ginocchia si sono piegate e la dolce espressione del mio volto, si è appoggiata interamente a una luce, che non portava invecchiamento alla carne, ma maturità allo spirito.

Sono rimasta lì ancora, poi un suono, una breve melodia accennata nell’aria, e ho rivisto quella cara scrivania e le opere da compiere.”

Ho fatto un sogno, e avevo solamente chiesto che tutto di me andasse verso il Cuore, ho fatto un sogno, e da lontano una sorella, ha catturato quell’immagine, mentre una famiglia, ha abbracciato quelle piccole tracce di questa mia vita.

E sono qui, adesso, a ricordare questa cara emozione, sono qui davanti alla natura, dove io respiro, amo, vivo il senso della mia esistenza.

Ultima modifica ilLunedì, 19 Agosto 2013 13:09
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?