banner header
Log in

Ecco che...

Ogni cosa occupa il suo posto, mentre questo vento soffia forte, e le foglie sembrano raggiungere un tempo passato, io vivo il senso del germogliare, io vivo una cara e lieta primavera.

Appoggio tutto quest’attimo su queste mani, che si aprono alla serenità di questa giornata, e dico sottovoce:

“Ecco che...”

Le mie forze sono ritornate, dopo una salita che faceva rallentare il mio passo, ecco che posso dire che ho appreso ieri che le mie parole non sarebbero state gettate nei cassetti, ma sarebbero state accolte.

E questo vuol dire che se ora piango, non è per dolore, ma per una gioia che finalmente risplende su questa vita come se ti sentissi ancora una nota dentro uno strumento ormai in ascolto del mondo.

Mi avvicino, senza far rumore, a questa dolce sensazione, e questa casa dove ho steso la mia coperta per quando vivevo nel silenzio, adesso mi porta fuori, non mi vuole, mi porta fuori.

Ed io cammino, con le gambe leggere, cammino cantando alla vita la mia verità nella Verità, cammino leggendo sul mio percorso che sto solo facendo una cara escursione sulle montagne più belle.

Vivo, vivo, ditelo a tutti, vivo, vivo, ditelo a queste rose, ditelo a queste erbe che sembrano il mio tappeto da dove riesco a sentire il caro gesto francescano in me e nel cuore.

Vedo torrenti limpidi, vedo questo viaggio su queste libere sensazioni che si scoprono emozioni, vedo il cielo e quella sua porta stretta nei miei pensieri ha fatto curare la mia attesa.

Ecco che il peso del mio bagaglio è diventato leggero, ecco che posso stare davanti a questa Croce e portare quel messaggio d’amore oltre il mio passo, ecco mi metto qui, costruisco la mia tenda, e preparo il mio fuoco, e quello che da domani verrà sarà una carezza che io non dimenticherò.

Ho riletto tante volte le istruzioni del sentiero ma ogni volta, le ho dimenticate, perché quando attraversi la Via, ogni cosa che pensi ti vola lontano, perché hai detto di avere fiducia.

E adesso con tutta me stessa dico: ”Ecco che….ogni giorno è un giorno vivo del sorriso, del sorriso.”

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato. 

Ultima modifica ilMercoledì, 12 Marzo 2014 23:10
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « C'è qualcuno? Ma cosa vuol dire? »

1 commento

  • Daniele Picconi
    Daniele Picconi Giovedì, 13 Marzo 2014 15:40 Link al commento

    Cara Valentina,
    con tutta la mia sincerità (e sai quanto lo sono :)) ti dico:
    bello!!! veramente bello!!!
    grazie di questo tuo articolo!!!
    Daniele Picconi




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?