banner header
Log in

Guardami

Non seguire solo il mio passo, ma guardami, guardami perché non sono altro che un gabbiano in volo, guardami perché da oggi puoi scrivere anche tu sul tuo cuore un momento da ricordare.

Appartengo forse al tuo passato e non al tuo presente?

Vivo educando questa clessidra che cala ogni giorno, vivo guardando l’aspetto interiore, vivo cercando un po’ d’aria buona per chiamare anche te a capire il sentimento che ho dentro.

Guardami, guardami, non fare finta di ascoltare!

Vieni in questa strada, ti mostrerò il mio cuore e se vorrai parlare io ti ascolterò, non credere che non sappia cosa sia allacciare le scarpe e salire le salite ripide, non credere, non credere che sia in cammino da poco tempo…

Non credere che sia distante dal mondo, perché lo sto attraversando come te, con le tue difficoltà, con le tue incertezze, con tutto quello che può far crollare le possibilità per farcela…

Ma ho capito che dovevo presentare il sorriso, in questo momento dove ogni notizia sembra danneggiare un passo di fede, ma in realtà lo fortifica, perché ogni difficoltà ci porta a crescere.

Non ho compreso un giorno cosa dovessi fare, ma ho riletto delle righe, ho preparato il mio volto al mattino e ho sorriso, sorriso perché mi sono ritrovata con la voglia di dare, dare.

E adesso guardami, guardami non essere distante, non avere davanti un’altra strada da vivere, ma questa, non tenerti dentro il dolore, ma portalo fuori, su queste mani che saranno come un cuscino per te.

Ieri mi hai detto che avrei potuto scalare mille montagne, ieri mi hai fatto capire che nonostante io potessi scrivere e arrivarti, quelle parole non erano solo per te, ma per chi le avesse amate.

Questo mi commuove, questo mi fa sentire amata, non avrei mai detto di me parole nuove, se non le avessi posate all'Amore più grande e tutto questo mi ha fatto credere, credere, credere.

Avrei voluto che tu sentissi un applauso, il più bello, quello di un concerto, avrei voluto cercare il finale di un libro più giusto, ma ecco, ecco, ecco, sono qui, sono qui, guardami, guardami…

Guardami sono una figlia innamorata, guardami sono un piccolo raggio di sole, guardami prendi questo mio tempo, non trasformarlo, ma vivilo con amore, con amore.

Guardami come solo chi mi ama, mi vede…

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilGiovedì, 05 Giugno 2014 02:40
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Profezie Voltati e... »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?