banner header
Log in

Appoggiati a me

fiducia"E' capire che, nonostante tutto, questo passo ha sorpreso il sentiero, capovolgendo il dono a lui affidato, è capire che non sarebbe andata diversamente, se lui non si fosse appoggiato alla Volontà.

Ho cercato il discorso da fare lungo le valli e lungo i fiumi, ma cosa potevo dire?

Dovevo solo intuire che non sarei rimasta a guardare, ma che sarei stata libera di vedere quel Sole, libera di amare quel Sole che ancora apriva la sua alba, e quelle mie emozioni, portavano alla vita, una nuova era.

Ci sono cose della fede che rientrano perfettamente dentro l'anima, come se ne fossero parte, ci sono cose che la fede ti mostra e che tu non sai scegliere all'istante, perché sono tasselli preziosi e hai timore di sciupare qualcosa, ma come sempre hai quel senso di innamoramento che ti batte, come un cuore impaziente, e allora sei come quell'aquila che ha avvertito il suo volo e che non può più ritornare indietro.

Si inseguono progetti, io ho detto che sento in me quello di Dio come un segmento che combacia perfettamente, e che solo di questo, io riesco a far della mia gioia una gioia vera, che non teme temporali, ma va oltre, va oltre.

Sono cresciuta, mi hanno detto, sulle gemme dell'alloro, sono cresciuta come una bambina nella sua scelta cristiana e sono andata avanti come un soldato, alla ricerca della sua tenda, della sua dimora, della sua pace.

Poi ho versato dell'olio sui piedi e ho detto a me stessa, che la forza li avrebbe condotti là fuori, nel mondo, e una dolce preghiera è stata appoggiata sulle mie corde vocali, una lacrima è scesa, perché avevo trovato la Vita ed io vi ero dentro completamente.

Appoggiati a me

Questo ho sentito dire, come un miraggio, un mattino, dove tutto mi è apparso puro, come se avessi avuto nella veste un giglio, come se la mia fede fosse il dettaglio di quel fiore e di questo posso dire, che non ci sono parole da aggiungere, ma solo da proteggere quella cara emozione che non smette di darmi la Verità.

Mi dico che andrò là e seminerò la Parola nel terreno fertile, mi dico, mi dico cose, ma poi tutto mi ritorna alla mente, tutto mi fa dire che sono ancora una serva, sono ancora una piuma nel vento, sono ancora quel canto che pochi sentono, sono ancora l'eco di una vita che riapre a me ogni giorno la possibilità di amare, amare questo alito che mi segna il Verbo, amare questo alito che mi posiziona gli occhi verso uno sguardo in un cielo dove non ci sono nuvole, dove non ci sono i rombi di tuono, ma solo la serenità, la serenità.

Ecco mi dico, questa è la mia vita, questo è il mio giorno ed io vengo danzando su arpa e cetra, vengo e tutto è di me una semplice lettura dove solo nella cura, si può capire il verso di questa cara sinfonia, la vita."

Ultima modifica ilMartedì, 30 Luglio 2013 10:40
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Sei l'amico Le parole del cuore »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?