banner header
Log in

La libertà di sognare

Non è andata via, ma è rimasta appoggiata in quell’abito messo una sola volta per vedere come stava e poi lasciato nell’armadio con attaccato un fiore, per lasciargli il profumo del tempo, e così ci si ritrova davanti alla fase di crescita e quel tuo cuore, adesso ti chiede di uscire, perché è arrivata l’ora.

Non ci sono scuse, adesso è il tuo turno, la tua corsa inizia:

“La pista appena ripulita, quei numeri, quelle voci che tifano dicendo il tuo nome, e quella forma dei piedi che osservi prima di partire per dare lo slancio, per capire, capire.

Un suono, eccolo lo hai sentito, un respiro e poi fuori, fuori il tuo coraggio, ed eccoti con prudenza e poi in velocità su quella linea che hai tracciato in un secondo, soltanto perché volevi rassicurare.

Eccoti lì a quella velocità, in quel tuo soffio sempre così leggero, nonostante tu stia spingendo le tue gambe a una forza impressionante.

Mostri le tue qualità senza averle dettate in prima pagina, mostri quello che sei, stai correndo per dedicare al cielo una gioia, stai correndo senza titoli di coda, ma solo per questa fede.

Hai chiesto che in questo giorno venissero a trovarti amici, parenti, e la tua cara amata famiglia, e ora, ora loro ti vedono correre, correre, mentre tu stai compiendo un salto verso il tuo anno dove i sogni diventano realtà.

Ti sono stati aperti gli scuri della tua finestra stamattina, hai sollevato la coperta per alzarti in velocità e in quel momento, una preghiera è stata scelta per te e le tue labbra l’hanno pronunciata e dedicata all’Amore.

Che storia è la tua?

Un giorno forse ti verrà chiesto, ma adesso sei lì, lì ad un passo da quella bandiera, stai per toccare quel centimetro, ecco, ecco, la libertà di sognare, ecco chi tiene una coppa in mano e con il volto radioso dice grazie, grazie al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.”

Una vita, una storia come tante forse qualcuno potrebbe dire, ma è solo la libertà di sognare che rende il cuore pronto, a ogni stagione che la vita gli mostra. La libertà, la libertà di sognare è stata la mia vittoria in questo giorno, dove riesco a vedere una luce così intensa che fa venire i brividi, i brividi.

La libertà, la libertà di poter mettere nel proprio nome una speranza, la libertà di poter comunicare alle tue salite che da adesso vivrai la pianura e se al mattino ci sarà la voglia di correre, potrai correre nei prati, nelle colline che ti comunicheranno che quel creato fa ormai parte di te.

E le braccia si aprono e il sole è già alto, ed io sono con le lacrime che scivolano nel volto semplicemente perché non ho smesso di sognare, di sognare.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilGiovedì, 27 Marzo 2014 10:03
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Segui il suono Mille braccia »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?