banner header
Log in

Segui il suono

E mi troverai, non avvertirai altro che un soffio dentro di te, ed è così che lascerai il tuo passato per dedicarti al futuro.

Ama quando ti sembra che non hai nulla a che fare con questo mondo, ama quando senti che la vita ti scivola tra le dita e ti sembra di non fare in tempo per arrivare a quel cartello della pace.

Siediti ogni tanto perché c’è bisogno di te anche nel silenzio, appoggiati in quella cara atmosfera, lasciati vivere da quel momento, non mettere ostacoli, ma vivi il suono e mi vedrai ad un passo da te.

Siamo alla ricerca di cose che perdono il valore all’istante, siamo pochi ad essere ottimisti, al pensiero di come andranno i giorni nel nostro domani, non ci fidiamo, non abbiamo più una stabilità!

Ma cosa ci sta accadendo?

E’ il rumore del mondo che soffoca il cuore, dice il saggio, ma poi ti metti a camminare e nella via della predicazione, ti soffermi liberando il cuore che era come un fiore appassito. Ti volti e ad un tratto ti rivedi bambina, con le parole pronte per regalare un sogno, un sogno a chi come te, vedeva la vita come una lettura di fantasia.

Non hai perso nulla dal tuo bagaglio, non hai perduto nemmeno quel tuo coraggio, anche se a volte ti capita di posare la testa in mille pensieri e poi chiami, chiami il tuo Dio e vuoi capire come mai ti senti così.

Ecco, ecco, segui il suono, non affannarti, ecco guarda il prato, ci sono bambini che corrono, che ridono, e tu non restare lì pietrificata, muoviti, vai, vai, vai, corri, corri, segui il suono e mi troverai.

E’ l’abitudine che ci fa portare troppo peso, è l’abitudine che ci fa meravigliare quando in un secondo, tutto ritorna alla normalità e per questo adesso ti dico, ti confermo di proseguire il cammino.

Non bisogna spegnere quello che siamo, siamo creature, siamo amore e chiamati ad amare, non mettiamo freni, ma andiamo, io sono già avanti, lo sai, mi hai già vista, ma tu in un minuto puoi arrivare, se segui il suono.

Il suono cos’è?

E’ quella fede, che un giorno ti ha fatto piangere scoprendoti il volto, è quella preghiera che si alza se è il tuo cuore a viverla, è quella gioia che non vola via se ami, se ami.  Ed ora, ora segui il suono…e la vita troverà la Vita.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

 

Ultima modifica ilGiovedì, 10 Aprile 2014 09:12
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Ti dico grazie... La libertà di sognare »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?