banner header
Log in

Pensieri

Non tacciono nella mente, pensieri promettono di guidarti nel cammino, pensieri ti mettono sopra ad un monte per sperare, solo sperare.

E’ la piccola matita che adesso non si sente altro che un cielo dentro a tante stelle, è la vita che ti porta a indossare sempre più colori, è la vita che ti porta a costruire un presente e tu sei lì davanti ad uno schermo che si muove.

Liberata da una voce demoniaca

La storia che vi presento è veramente bella. Mi è stata raccontata nei minimi dettagli da un mio carissimo amico di cui ho fiducia e stima piena, il quale l’ha vissuta in prima persona. Per rispetto e privacy i nomi saranno diversi da quelli reali ma la storia vi assicuro è vera.

Alcuni anni fa venne organizzata una missione di evangelizzazione in una cittadina del nord Italia e quest’uomo che chiameremo Antonio vi partecipò con tutta la sua fede. Le missioni di evangelizzazione o popolari sono un’occasione importante per portare le persone a Dio. Antonio stava vivendo questa esperienza in modo gioioso e con tutto il suo slancio e vedeva tanti piccoli segni della presenza di Dio nelle persone che ricevevano l’annuncio.

La gratitudine

Si avvicina e non allontana, è una parola che va oltre il pensiero, si sposta da cuore a cuore come un semplice brivido.

Adesso, sento la porta del mio passato, che dice grazie per questo mio ascolto verso il presente, perché tutto è stato compiuto, tutto è stato utile, nulla si è detto scartato.

A volte non hai parole, per quanto si dice che sia la lode più bella che puoi rivelare al mattino e alla sera, anche quando vedi il sole, la pioggia e il tuo piede inciampare, la gratitudine ti fa soffermare, ti fa godere di ogni secondo. Amo questa sua verità, amo la sua prudenza, quando a volte si ha timore di non essere compresi, amo quando esce e sposa l'attimo, con un respiro che ti riempie di gioia l'anima.

Sottoscrivi questo feed RSS

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?