banner header
Log in

Il mio tempo

L'innamoramento L'innamoramento

Ho visitato il percorso in ogni particolarità, ho visitato i luoghi e le forme di ogni colore e mi sono accorta che avevo il mio tempo, il mio tempo da vivere.
Ci sono e ci saranno ancora le mie gambe in corsa, ci sono e ci saranno ancora le tempeste da superare con le carezze del vento sopra il volto, che si scopre ogni giorno, parte del cielo, del cielo.
"E' arrivata la chiave che apre il cuore, " mi hanno detto. Ma cosa volevano dire?

Si dice, che abbia guardato troppo in alto per toccare la risposta, ma ecco che dico, ecco che rispondo, che la chiave che ha aperto il cuore, è l'abbandono totale alla Volontà, ed è come sentirsi dei semplici scolari che hanno compreso la lezione della vita.
E poi, poi dico che non si finisce mai di imparare a gustare questa cara esistenza, a volte ci sembra che ogni briciola di pane sia l'ebbrezza di un attimo, ma poi l'innamoramento continua e la tua memoria non cancella nulla, perché hai chiamato tutto, la verità, la verità.
Ti accorgi che ogni giorno, quando l'alba mostra quella luce, che le tue impronte su questa terra chiedono sempre di andare, andare, senza freno, ti accorgi e ti rammarichi di non essere arrivato lì, in quel punto preciso, in quel punto dove speravi, dove credevi di trovare la tua fierezza.
E quante volte, quante volte ti senti l'inutile penna, l'inutile!
Quante volte sembra che non si muova niente, eppure il vento continua a soffiare, ma per te sembra che tutto sia immobile!!!
Quante prove, quanti passi devono essere solchi nella terra, cammini, cammini e nel proseguire le tue parole non fanno peso alla mente, perché hai aderito alla scoperta di nuove gioie, hai aderito senza accorgertene alla libertà di amare.
E ti senti forse quel soldato, quella forma di vita in battaglia, perché credi, credi e porti la fede fuori e chi raccoglierà il tuo messaggio, sarà soltanto un fratello, una sorella che hanno atteso la tua testimonianza, e sai, sai, che questo è bello!
Vai, vai oltre ti dici, perché ti ritrovi davanti all'orizzonte con le mani che vogliono servire, servire una cara immagine di serenità, vai, vai, vai, e nelle tue braccia si portano i cari abbracci da proiettare in questo mondo, che attende una musica eccelsa.
Ma chi sei tu?
Un respiro, che continua ad alitare amore, un podio dove posare la Parola, una figlia che si mette davanti alla finestra e guarda il cielo, che è cielo per tutti, e poi, poi sono quella penna che adesso si sente utile, perché ha superato la prova, perché in ogni spina ha saputo vivere il profumo della vita, della vita vera.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilGiovedì, 10 Ottobre 2013 10:44
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?