banner header
Log in

Voltati e...

Mi troverai come un sole sopra il tuo volto, voltati e mi potrai prendere per mano, voltati e sarà come un sorriso che non potrai dimenticare.

Hai avuto fiducia nel poco, hai avuto pazienza e non ti sei arresa, hai attraversato quel torrente cercando acqua per dissetarti e poi quel mio chiamarti, ti ha turbata dentro ridandoti il coraggio.

E’ la fede, la fede che porta a vedere le cose in maniera diversa, è la fede che ti premia all’improvviso e ti fa dimenticare quella ferita per una caduta, è la fede che ti fa rimbalzare il piede da un punto all’altro come se tu fossi semplicemente una pedina.

Ti ho seguita come si seguono le storie che toccano il cuore, ti ho portato un fiore in quel giorno che credevi di aver perso tutto, ti ho ridato il sogno che avevi strappato e messo in un cestino…

Mi hai promesso che mi terrai compagnia, ma non si vive di sola compagnia, abbiamo bisogno di segni, di ridare un senso di rinnovamento alla nostra vita, abbiamo bisogno di Dio.

Pensa che fino ad un minuto fa io non sapevo dove fosse una persona che avesse le tue qualità, pensa che mi è bastato pensare alle margherite, alla primavera e così ti ho trovato.

Non è stato semplice parlarti di come affronto  la vita, di come vivo, di cosa vivo, di come a volte mi sento come un pesce fuori dalla sua acqua, ma tu vuoi sapere chi sono?

Allora preparati, perché dovrai  metterti in bilico e fare un tuffo verso una profondità che forse conosci poco, tieniti a me, lasciati bagnare e poi lasciati asciugare da questa forza che solo l’Amore può dare.

A volte quando parliamo non diciamo altro che l’essenziale, per paura di rompere quel filo, per far capire a quella lampada della fede, che siamo solo delle persone che hanno bisogno di fare un salto nuovo.

Voltati, voltati e mi vedrai, mi vedrai con il sorriso, mi vedrai con un arpa in mano, ma non per farti sapere che so suonare, ma solo per mostrarti che posso suonare.

E adesso che mi stai guardando, non premere altro che il tuo sguardo verso la Via che senza renderti conto, hai sempre amato senza la mia presenza, senza il mio là, ma solo con il tuo istinto.

Non abbandonare questa luce, non lasciare che altre lotte possano interrompere questo cammino, ma adesso pensa a camminare…

E ora non c’è bisogno di voltarsi,  perché già mi vedi, anche se sono soltanto un puntino che un giorno brillerà nel cielo, mentre adesso sono una mano che ti sostiene.

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

Ultima modifica ilMercoledì, 11 Giugno 2014 23:16
Valentina Guiducci

Riguardo alla mia amata scrittura, fin da bambina mi accompagna il desiderio di poter dare attraverso delle parole una cara speranza.
Ho scritto tanti libri, pubblicati cinque, l'ultimo s'intitola: "Le Carezze dell'Amore" Zona Editore. Scrivo riflessioni anche su "Testata d'Angolo", un web giornale. Ho piacere di poter dare la gioia che sento nel cuore attraverso delle righe.

Altro in questa categoria: « Guardami Portami con te »



Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?