banner header
Log in

Vogliamo incontrare Gesù - 4 parte

La Parola di Dio è lampada ai nostri passi e ci guida verso un luogo d’incontro con Gesù molto importante. La Parola infatti ci conduce dal fratello bisognoso!! Ricordo sempre che è molto raro che Gesù ci appaia in una visione, molto più facile che passi tramite volti umani.

Sentiamo cosa dice il Vangelo di Matteo a riguardo:

31 Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. 32 E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, 33 e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. 34 Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. 35 Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. 37 Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? 39 E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? 40 Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. 41 Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. 42 Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; 43 ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. 44 Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? 45 Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. 46 E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna”.

(Matteo 25,31-46)

Gesù ci da un appuntamento importantissimo. Nei poveri, nei malati, nei carcerati e in definitiva in tutti coloro che vivono in uno stato di povertà.. Lui Gesù ci aspetta. Quel povero che non riesce ad arrivare a fine mese è per te l’occasione d’incontro con Gesù!! Andando da Lui può darsi che avvertirai nell’incontro, qualcosa nel tuo cuore. Non aspettarti di vedere miracoli, ma aspettati che il tuo cuore inizi a cambiare e da quell’incontro potresti tornare trasformato.

Nel malato c’è Gesù!

Attenzione!! Il malato o il povero o il carcerato continua sempre ad essere tale eppure in lui misteriosamente è legata la presenza di Gesù per te. Non solo.. mentre tu cerchi Gesù nel bisognoso ti accorgi di diventare Gesù per il bisognoso. E’ come se Gesù incontrasse Gesù!

Le tue mani che stringono quelle di un malato diventano le mani di Gesù che stringono il malato!! Nel malato ripeto ancora… c’è Gesù!!

E’ incredibile…

Il problema è che non abbiamo più occhi per vedere la realtà spirituale che ci circonda. Vediamo un povero e subito si pensa: “ecco un altro che vuole qualcosa da me..” oppure “poveretto guarda che vita”. Non vediamo oltre... non scorgiamo la presenza di Gesù in quella vita.

Quando vai da un povero, malato o carcerato devi credere che lì c’è Gesù. Io ne ho fatto esperienza più volte e raccontando a dei ragazzi adolescenti alcuni mesi dopo son tornati dicendomi: “anche noi abbiamo incontrato Gesù!!”.

Quando Madre Teresa di Calcutta andava dai poveri sapeva bene di andare da Gesù! La frase che l’accompagnava era: “I thirst” ovvero “ho sete”. Gesù ha detto questa frase in croce e Madre Teresa sapeva di trovare Gesù assetato tra i poveri!!

Dunque riassumendo possiamo dire che Gesù ti aspetta sicuramente nei malati, carcerati e nei poveri di oggi.

Buon incontro e alla prossima..

-----------

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo – elettronico, meccanico, reprografico, digitale – se non nei termini previsti dalla legge 22 aprile 1941 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni. E’ consentito riprodurre l’opera a condizione che sia integrale (o in parte) e che sia citato l’autore e la fonte (www.buonanovella.info) a cappello dell'articolo citato.

 

Ultima modifica ilMercoledì, 08 Ottobre 2014 00:07
Daniele Picconi

Daniele Picconi, 32 anni, lavoro a Treviso come professore di religione, baccellerato ad Assisi, sposato con Valeria Bernardi, amo credere che il mondo possa cambiare partendo dalla mia conversione.




Per poter lasciare un commento devi prima fare il login oppure effettuare la registrazione

17°C

Roma

Bel tempo

Umidità: 63%

Vento: 9.66 km/h

  • 11 Apr 2016 20°C 13°C
  • 12 Apr 2016 23°C 16°C
I segni dei tempi li sappiamo riconoscere?